Cronaca Ultime Notizie

Domicilio digitale (PEC): obbligo di comunicazione al Registro delle imprese entro il 1° ottobre

29 Settembre 2020

author:

Domicilio digitale (PEC): obbligo di comunicazione al Registro delle imprese entro il 1° ottobre

La Camera di commercio ricorda a tutte le aziende iscritte al Registro delle imprese il termine del 1° ottobre 2020 entro cui comunicare telematicamente il proprio domicilio digitale (PEC). Dopo tale scadenza, le imprese che risulteranno prive di PEC incorreranno in una sanzione amministrativa.

Dal 2009 tutte le società sono obbligate ad indicare il proprio indirizzo di posta elettronica certificata al momento dell’iscrizione al Registro delle imprese e dal 2013 l’obbligo è stato esteso anche alle imprese individuali. L’indirizzo PEC deve essere riconducibile esclusivamente all’impresa stessa senza possibilità di domiciliazione presso soggetti terzi.

Per favorire l’utilizzo della posta elettronica certificata tra Amministrazione, imprese e professionisti, sono state rafforzate le norme che impongono l’obbligo di disporre di una casella PEC, che diventa ora il “domicilio digitale” dell’impresa. A stabilirlo è il Decreto Semplificazioni convertito nella Legge n. 120 dell’11 settembre 2020.

“Tutte le imprese, sia individuali che societarie, prive di un valido indirizzo PEC sono tenute a comunicare telematicamente il proprio domicilio digitale entro il 1° ottobre 2020 al Registro. La comunicazione del domicilio digitale è esente da imposta di bollo e diritti di segreteria”, ricorda Martin Ferrari, Conservatore del Registro delle imprese della Camera di commercio di Bolzano.

Per chi non adempie a tale comunicazione sono previste delle sanzioni tra 206 e 2.064 euro per le società e tra 30 e 1.548 euro per le imprese individuali, nonché l’assegnazione d’ufficio di un domicilio digitale da parte della Camera di commercio.

 

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *