Cronaca Ultime Notizie

Bolzano. Rete Economia-Wirtschaftsnetz incontra il candidato sindaco Thomas Brancaglion

2 Settembre 2020

author:

Bolzano. Rete Economia-Wirtschaftsnetz incontra il candidato sindaco Thomas Brancaglion

Istituzione di un tavolo permanente di confronto con le associazioni economiche e le parti sociali, sostegno alle PMI della città attraverso un progetto comunale capace di attingere alle risorse del Recovery Fund, realizzazione di attrazioni culturali nei quartieri come il Museo dell’hockey e il Museo della mobilità e dei mezzi di trasporto, studio costi/benefici per lo spostamento del Museo Archeologico e della Mummia del Similaun oltre ponte Talvera, agevolazione della nascita di locali attrattivi per i giovani per una movida decentrata in varie zone della città, sviluppo di progetti con fondi europei per l’integrazione produttiva dei migranti, valorizzazione delle strutture esistenti in città per attirare talenti, sburocratizzazione della macchina comunale parallela alla digitalizzazione, soluzione di lungo periodo per il Mercato generale, incarico immediato all’Azienda di soggiorno per uno studio di fattibilità sul Mercatino di Natale 2020. Sono i punti che il candidato sindaco Thomas Brancaglion (sostenuto dalle liste Team K e Volt PSI +Bolzano e accompagnato dai candidati Matthias Cologna e Fabio Valente) ha illustrato ai vertici di Rete Economia-Wirtschaftsnetz, nel corso di un incontro che si è tenuto nella sede di CooperDolomiti, in via Galilei a Bolzano.
Si tratta del settimo incontro di RE-WN in vista delle elezioni comunali a Bolzano, dopo quelli con i candidati sindaci e rispettivi capilista Roberto Zanin, Renzo Caramaschi, Angelo Gennaccaro, Davide Costa e non le liste Sinistra Unita e Partito Democratico.
Claudio Corrarati, coordinatore e portavoce di Rete Economia-Wirtschaftsnetz, ha illustrato il documento “La Bolzano che vogliamo. Le proposte delle imprese e della cooperazione”, 18 slides con le proposte raccolte dalla piattaforma di coordinamento di CNA-SHV, Confesercenti, Coopbund e CooperDolomiti per lo sviluppo del capoluogo. Dall’evoluzione smart alla digitalizzazione, dall’occupazione alle misure per le imprese, dalla mobilità e dall’inquinamento alle grandi opere, dai giovani agli anziani, dall’accoglienza all’integrazione, dallo sport alla cultura. Corrarati ha anche auspicato un confronto costante dopo le elezioni, in modo da dare voce adeguata alla rappresentanza.
Letizia Lazzaro, vicepresidente e direttrice di CooperDolomiti, ha sottolineato la necessità di una filiera corta nei rapporti con il Comune, in modo sempre più diretto e meno burocratico. Ha anche insistito sulla necessità di programmare interventi sul traffico e sulla pianificazione urbana che diano risposte alle donne imprenditrici e lavoratrici, tramite percorsi sicuri e tempi di percorrenza ridotti.
Federico Tibaldo, presidente di Confesercenti, ha rilanciato la proposta di rivitalizzare il commercio di vicinato nei quartieri attraverso 30 minuti di sosta gratis negli stalli blu delle vie commerciali e il recupero, per 5-6 giorni a settimana, magari con disco orario, dei 410 stalli sacrificati alla raccolta dei rifiuti.
Heini Grandi, presidente di Coopbund, si è soffermato sulla coesione social come unico strumento per la sicurezza e lo sviluppo armonico del territorio, evidenziando le competenze della cooperazione in materia di cultura, sociale, integrazione, sport e progettazione del territorio.

Foto, da sinistra Matthias Cologna, Fabio Valente, il candidato sindaco Thomas Brancaglion, Claudio Corrarati (coordinatore di Rete Economia-Wirtschaftsnetz e presidente di CNA-SHV), Federico Tibaldo (presidente di Confesercenti), Letizia Lazzaro (vicepresidente di CooperDolomiti) e Heini Grandi (presidente di Coopbund).

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *