Cultura & Società Ultime Notizie

Aumentare la notorietà dei tesori del territorio

11 Settembre 2020

author:

Aumentare la notorietà dei tesori del territorio

La campagna di IDM evidenzia i punti di forza dell’offerta culinaria e turistica dell’Alto Adige.

L’Alto Adige ha molto da offrire: a partire dalle molteplici esperienze da vivere, passando per le specialità culinarie della gastronomia locale e il piacere di gustare i prodotti di qualità dell’Alto Adige, fino ad una vacanza nel territorio. Proprio negli ultimi mesi questa consapevolezza è aumentata notevolmente tra gli altoatesini. Con un’ampia campagna intersettoriale, IDM Alto Adige vuole incrementare ulteriormente la reputazione dei tesori del territorio, che vengono offerti dall’agricoltura, dal turismo e dai professionisti del tempo libero. Tutto questo ha l’obiettivo di promuovere e rafforzare i cicli locali. La campagna, che fa parte del programma Restart Alto Adige di IDM, inizia in questi giorni con misure ad ampio raggio d’azione.

«Il nostro programma Restart coinvolge molti settori economici e, in particolar modo, supporta coloro che sono stati colpiti maggiormente dalla crisi. Si tratta del settore del turismo, ma anche dei prodotti di qualità e del commercio, che in parte hanno dovuto affrontare condizioni difficili. La campagna per i prodotti di qualità e l’offerta turistica in Alto Adige, che IDM avvierà in questi giorni, è quindi un elemento importante di Restart Alto Adige e si tratta della più ampia campagna mai realizzata in Alto Adige per questi temi», afferma il Direttore Generale di IDM Erwin Hinteregger. «La campagna dovrebbe promuovere i cicli locali, soprattutto per i nostri prodotti di qualità e per il turismo, e rendere il territorio dell’Alto Adige con la sua offerta ancora più appetibile per gli altoatesini».

Il vino, il latte e i latticini, lo speck, lo schüttelbrot e la mela dell’Alto Adige: questi sono solo alcuni dei prodotti di qualità con Indicazione Geografica Protetta oppure con il Marchio di Qualità che vengono prodotti in Alto Adige. Ma cosa rende tale un prodotto di qualità, cosa vuol dire “Marchio di Qualità Alto Adige” e “Denominazione di Origine Protetta” e perché i prodotti con questi marchi di qualità hanno un sapore così buono? A queste domande risponde la campagna di IDM, che vuole far avvicinare ancora di più i consumatori locali e gli ospiti ai prodotti agroalimentari del territorio. L’obiettivo è quello di aumentare la notorietà dei prodotti con il marchio ombrello e incrementare di conseguenza il consumo di questi beni. «La gamma di prodotti è molto ampia: abbiamo il vino, la mela e il formaggio, ma anche lo speck, la birra e la verdura, la frutta a nocciolo, la grappa, il miele e molto altro. Per quanto variegati siano questi prodotti, hanno un elemento in comune: sono tutti strettamente legati alla loro terra d’origine, l’Alto Adige, sono prodotti con il know-how locale, sono di altissima qualità e arrivano direttamente sulla nostra tavola in breve tempo», dichiara Stephan Wenger, direttore del dipartimento Agrar di IDM. Bisogna però mettere sotto i riflettori anche chi c’è dietro la creazione di questi prodotti di qualità: i produttori altoatesini. «Sono loro che con passione e abilità rendono i prodotti così speciali. Vogliamo far aumentare la notorietà dei nostri prodotti e far conoscere i tesori culinari del territorio», conclude Wenger.

L’Alto Adige ha inoltre dei tesori turistici e una vasta scelta di esperienze da offrire. La campagna di IDM si concentra anche sulle attività che si potranno sperimentare nei prossimi mesi. Il ventaglio di offerte spazia da brevi vacanze autunnali o invernali in Alto Adige – legate anche al wellness – alle offerte culinarie, come ad esempio le degustazioni di vino o gli eventi del gusto, fino alle attività sportive, come le escursioni in montagna o in bicicletta. «Come dimostrato dalle statistiche, gli altoatesini hanno sempre trascorso volentieri le vacanze in Alto Adige. Conoscono quindi la qualità delle nostre strutture ricettive e della gastronomia e le molteplici attività per il tempo libero offerte, come ad esempio i numerosi impianti di risalita», afferma convinto il direttore del dipartimento Marketing di IDM Wolfgang Töchterle. «Con la nostra campagna dell’Alto Adige vogliamo incoraggiare gli altoatesini ad approfittare di questa offerta e scoprire e conoscere meglio la propria terra».

La promozione dei tesori turistici e culinari del territorio si svolgerà su diversi canali.

Ad esempio, la pubblicità su vari media attirerà l’attenzione sui prodotti di qualità e sui loro pregi, nonché sulla vasta gamma di offerte turistiche ed esperienze da vivere in Alto Adige. Le landing page create ad hoc forniscono preziosi consigli e informazioni, mentre i video della serie “Simply Guat” incoraggiano gli interessati a provare nuove ricette con i prodotti dell’Alto Adige. Inoltre, diversi testimonial altoatesini dell’ambito sportivo supportano la campagna. Per incoraggiare il settore alberghiero e della ristorazione locale ad utilizzare maggiormente i prodotti di qualità dell’Alto Adige, e quindi a rafforzare ulteriormente le sinergie tra turismo e agricoltura, IDM sta anche lavorando ad una brochure che contiene fatti e dati legati a questo tema, sta elaborando un set gastronomico che può essere utilizzato al buffet della colazione per aumentare la visibilità dei prodotti altoatesini ed infine sta organizzando piattaforme di esperti per gli operatori turistici e i loro collaboratori. A fine settembre inizierà anche un progetto pilota con i “Vinum Hotels Südtirol”, che per diverse settimane si concentrerà sui prodotti di qualità, come ad esempio lo speck o i latticini. Per la fine dell’anno è prevista la pubblicazione di un magazine per gli ospiti dell’Alto Adige, in cui i prodotti locali avranno un ruolo di primo piano. Per la campagna intersettoriale del 2021 è infine già in programma una serie di misure ad ampio raggio d’azione.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *