Cultura & Società Ultime Notizie

BOLZANO FESTIVAL BOZEN, Cinema meets Opera presenta e canta SAIMIR PIRGU

21 Agosto 2020

author:

BOLZANO FESTIVAL BOZEN, Cinema meets Opera presenta e canta SAIMIR PIRGU

Il Bolzano Festival Bozen apre quest’anno una finestra sul mondo dell’opera con Cinema meets Opera, presentato dal tenore di fama internazionale Saimir Pirgu. Dopo due serate ricche di pubblico in cui sono state proiettate Il Rigoletto e La Boheme questo lunedì 24 agosto, alle ore 20.30 al NOI Techpark, è la volta de La Traviata, che come anche negli appuntamenti precedenti, vede Pirgu protagonista.

Esiste forse un’opera più celebre e amata della Traviata? Inscenata per la prima volta al Teatro della Fenice di Venezia nel 1853, questo capolavoro di Giuseppe Verdi subì una tiepida accoglienza ma nel tempo si affermò tra i capolavori assoluti del teatro lirico. L’amore tragico tra Alfredo e Violetta, ispirato all’opera teatrale di Alexandre Dumas “La signora delle camelie”, è passato alla storia grazie alle sue celebri arie come “Libiamo ne’ lieti calici” o “Amami Alfredo”.

Il tema dell’opera, che può sembrare del tutto innocuo ai nostri occhi, doveva sembrare ai contemporanei di Verdi scandaloso, nella sua critica alla società borghese e celebrazione di un amore clandestino, tra un giovane rampollo della società ed una cortigiana. Subì infatti l’attacco della censura che la rimaneggiò e spostò l’ambientazione cronologica dal XIX al XVIII secolo.

Il film è stato realizzato nel 2017 al Teatro Colon di Buenos Aires, per la regia di Franco Zeffirelli, una visione dell’opera che è stata definita “cinematografica” e che è stata molto apprezzata dalla critica.

Saimir Pirgu torna a Bolzano per il terzo appuntamento di questa rassegna dopo aver partecipato pochi giorni fa ad una “granitica” – come l’ha definita la rivista Bachtrack – Nona Sinfonia di Beethoven ai Salzburger Festspiele. Diretto dal Maestro Riccardo Muti, che l’ha voluto con sé all’ultimo momento, Pirgu ha cantato come solista nel celebre finale della sinfonia di Beethoven, l’Inno alla Gioia.

Saimir Pirgu si avviò nel lontano 2004 ad una sfolgorante carriera internazionale grazie ad un incontro con il Maestro Claudio Abbado. Una storia che ci interessa particolarmente da vicino dal momento che da Bolzano Pirgu ha mosso i primi passi nel mondo del canto lirico sotto la guida del maestro Vito Brunetti diplomandosi al Conservatorio Monteverdi. All’età di appena 22 anni fu scelto dal maestro Abbado per il ruolo di Ferrando in Così fan tutte. Da allora il cantante ha calcato tutti i più importanti palcoscenici internazionali, dalla Scala di Milano all’Opéra di Parigi, dal Metropolitan all’Opera di Vienna, diretto dai più grandi maestri del nostro tempo quali Muti, Abbado, Mehta, Maazel, Noseda, Barenboim e molti altri. Ma ha anche collaborato con registi come Franco Zeffirelli, Woody Allen, Ferzan Ozpetek e Peter Stein, solo per citarne alcuni.

L’ingresso alle proiezioni è gratuito ma è richiesta la prenotazione, che può avvenire alle casse del Teatro Comunale negli orari d’apertura oppure al sito www.ticket.bz.it

Foto, Samir Pirgu.  

 

 

 

 

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *