Cultura & Società Ultime Notizie

UniTrento – Periti industriali: una donazione per sostenere la ricerca

31 Luglio 2020

author:

UniTrento – Periti industriali: una donazione per sostenere la ricerca

Una donazione di oltre 3.500 euro per sostenere la ricerca, in particolare quella nelle biotecnologie. La pandemia e l’allarme sulla salute globale hanno convinto l’Ordine dei periti industriali di Trento a scegliere un gesto concreto di solidarietà e vicinanza agli sforzi messi in atto dall’Università di Trento in questo periodo. La donazione, frutto delle offerte di tutti gli associati, è stata consegnata ieri mattina in Rettorato dal presidente dell’Ordine, Gabriele Cassietti, insieme al segretario Stefano Tasin. Ad accogliere la delegazione in Sala Stucchi è stato il rettore Paolo Collini che ha ringraziato di cuore per la donazione e la manifestazione di vicinanza da parte di una realtà fortemente legata al territorio e al settore economico e produttivo che rappresenta 1100 professionisti in tutto il territorio trentino.
L’incontro di oggi è servito anche per fare il punto sulla collaborazione tra Ordine dei periti e Università di Trento nel disegno di un percorso di laurea triennale e professionalizzante che possa garantire la formazione di profili professionali certificati per la libera professione, l’industria e le aziende. Dalla primavera prossima, infatti, per svolgere il lavoro di perito industriale e la libera professione sarà necessario aver conseguito una laurea di primo livello, come previsto dalla normativa per l’accesso alla professione varata nel 2016. L’obiettivo – è stato ribadito oggi – è quello di trovare un punto di convergenza con l’offerta dell’alta formazione trentina, per condividere sforzi e risorse per nuovi percorsi professionali di qualità. Allo studio possibili collaborazioni con altri soggetti del mondo produttivo locale e con gli istituti industriali e professionali del territorio per sviluppare le premesse di una filiera formativa completa e professionalizzante.

Foto/©UniTrento. 

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *