Cronaca Ultime Notizie

Confidi si dimostra un partner solido

30 Luglio 2020

author:

Confidi si dimostra un partner solido

Assemblea Generale per Confidi Alto Adige e approvazione del bilancio – Sviluppo positivo anche nel 2020.  

“Sempre al fianco delle aziende, sia quando va tutto bene sia quando i tempi sono impegnativi”. Così si potrebbe riassumere in un motto la filosofia della Cooperativa di garanzia Confidi Alto Adige. In occasione della riunione plenaria presso Castel Mareccio, i vertici di Confidi hanno ripercorso l’anno passato e gli sviluppi del primo semestre. In tempi di emergenza Covid 19, la Cooperativa di garanzia ha adempiuto in modo particolare alla sua responsabilità nei confronti dell’economia altoatesina.   

“Se vuoi sostenere gli altri, devi essere tu il primo a stare in piedi su gambe sicure”, ha sottolineato Vittorio Repetto, Presidente di Confidi. “La situazione finanziaria di Confidi è sana”, ha aggiunto il Presidente. Ciò risulta evidente anche dai dati di bilancio dell’esercizio 2019 appena approvato. “Il volume dei finanziamenti garantiti ha superato la soglia dei 230 milioni di euro. Tali finanziamenti sono stati compensati da garanzie Confidi per oltre 70 milioni di euro”. Nel contempo, Confidi è riuscita a razionalizzare significativamente i propri costi. “Il risultato finale è che siamo riusciti a chiudere il 2019 con un risultato positivo”, ha rimarcato con soddisfazione Repetto.
Confidi non solo ha proseguito il trend positivo dell’anno precedente, ma lo ha anche rafforzato nell’anno in corso. “Da gennaio a giugno 2020, il valore complessivo di tutti i finanziamenti è salito a 300 milioni di euro e quello delle garanzie a 100 milioni di euro. La crescita è quasi raddoppiata rispetto allo stesso periodo del 2019”, ha calcolato il Presidente di Confidi. Dietro a questo dato c’è il crescente bisogno di fondi da parte delle aziende altoatesine. “Ci sono eventi per i quali non ci si può preparare. Le conseguenze della pandemia di Covid-19 hanno paralizzato anche l’economia dell’Alto Adige. Per sopravvivere al periodo fino al ritorno alla normalità delle vendite, le aziende avevano bisogno soprattutto di nuova liquidità. Grazie alle nostre garanzie, siamo stati in grado di aprire loro la strada a finanziamenti bancari di ogni tipo”, ha detto Repetto.  
In particolare, Confidi ha co-firmato l’accordo “Ripartenza Alto Adige”, il quale è stato negoziato tra l’Amministrazione Provinciale dell’Alto Adige e alcune banche. Il nucleo dell’accordo consiste nel fornire finanziamenti alle aziende altoatesine che hanno subito un crollo del fatturato a causa della pandemia, con il supporto di garanzie statali o provinciali. Finanziamenti di cui le società hanno bisogno per far fronte alle loro esigenze di cassa. “La garanzia copre un massimo del 90% dell’importo finanziato”, ha spiegato Christian Christanell, Direttore di Confidi.  “Questo anche grazie alla possibilità di reintegrare la garanzia Confidi attraverso il Fondo Centrale per le PMI”. Tale riassicurazione statale riduce il costo dei prestiti per le imprese e allo stesso tempo riduce i rischi per la nostra cooperativa di garanzia. Confidi è riconosciuto come garante dal fondo di garanzia statale dall’aprile 2019. Confidi ha anche ridotto in modo significativo i costi delle posizioni attualmente aperte, al fine di fornire ulteriore supporto alle aziende”, ha affermato Christanell. “Il nostro obiettivo comune è quello di aiutare l’economia in questi tempi difficili”, ha spiega il Direttore di Confidi. Nel corso degli aiuti Covid-19, Confidi ha già trattato domande per un valore di oltre 50 milioni di euro, che sono già state evase o lo saranno presto.    

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *