Politica Ultime Notizie

Bolzano. Aeroporto, i Verdi di Laives vogliono chiarezza

27 Luglio 2020

Bolzano. Aeroporto, i Verdi di Laives vogliono chiarezza

Il dibattito sull’ampliamento dell’aeroporto di Bolzano continua ad accendere il dibattito a Laives.  Proviamo a fare un po’ di chiarezza sull’aeroporto, afferma il co-portavoce dei Verdi Grüne Vërc Laives Andrea Tomasi secondo il quale è un’esagerazione ritenere che la popolazione ritenga maggioritaria la posizione del sindaco e del vicesindaco, notoriamente contrari all’ampliamento dell’aeroporto.
Tomasi contesta il tentativo di molti di strumentalizzare a proprio vantaggio la vittoria del referendum,  uno degli esperimenti più belli di cittadinanza attiva e di democrazia partecipata avvenuto sul territorio. I Verdi da più di 20 anni sono impegnati – afferma – contro lo sviluppo incontrollato dello scalo di San Giacomo e contro lo sperpero di fondi pubblici nel finanziamento. Concretamente nell’immediato post referendum i Verdi di Laives hanno stimolato insieme alla civica Fides la Giunta, attraverso mozioni e interrogazioni, perché si scrivesse subito la variazione del PUC Piano Urbanistico Comunale, per il quale ci sono voluti invece 2 anni e 5 mesi perché potesse vedere la luce.
Sempre i Verdi a livello provinciale hanno presentato un esposto alla Corte dei conti che è ancora in attesa di risposta e che rimane una delle possibilità più realistiche per contrastare lo sviluppo aeroportuale. Ancora i Verdi a livello provinciale hanno proposto una legge provinciale che però non è stata approvata. Anche il Team K ha messo in campo diverse iniziative, tra cui la denuncia depositata nei giorni scorsi, ulteriore atto che potrà contribuire a contrastare lo sviluppo aeroportuale.
Inoltre le associazioni ambientaliste hanno presentato una diffida ad Abd dopo la delibera dell’Anac e sono sempre state attive all’interno del Comitato No Airport.  Tomasi ritiene che sono molte le forze che hanno a cuore la salute e il benessere dei cittadini di Laives e di tutta la conca di Bolzano e della Bassa Atesina.  Tomasi contesta inoltre a Svp e Lega un comportamento che non aiuta di certo il raggiungimento dell’obiettivo di concretizzare il risultato dell’esito referendario votato dall’82% dei cittadini votanti di Laives. La coalizione Laives Insieme ha le idee ben chiare – conclude – e ha considerato l’esito referendario e la salute dei propri cittadini i sui pilatri su cui costruire le proprie azioni concrete a riguardo dell’aeroporto di Laives

Giornalista, scrittrice, editore.
Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *