Cultura & Società Ultime Notizie

Archeologia d’estate in Trentino, un’esperienza per tutti

14 Luglio 2020

author:

Archeologia d’estate in Trentino, un’esperienza per tutti

Nell’estate trentina l’archeologia non va in vacanza e con la riapertura dei musei propone da luglio a settembre oltre 100 appuntamenti rivolti al pubblico di tutte le età, curati dai Servizi educativi dell’Ufficio beni archeologici della Soprintendenza per i beni culturali. Dalla Tridentum romana al Museo Retico di Sanzeno, dal Museo delle Palafitte di Fiavé alle aree archeologiche Acqua Fredda al Passo del Redebus e Campi Neri a Cles non mancheranno le occasioni per conoscere la storia più antica del Trentino, divertendosi e sperimentando in prima persona tecniche e saperi del passato: laboratori per bambini e adulti, visite guidate interattive, letture animate, archeopasseggiate nel verde. Per garantire la partecipazione in sicurezza e nel rispetto delle norme per prevenire il contagio le attività – per gran parte all’aperto – sono riservate a piccoli gruppi che saranno seguiti da un archeologo. Un’opportunità unica per incontrare gli esperti, porre domande e soddisfare curiosità in tutta tranquillità. Molte le proposte, realizzate anche in collaborazione con Comuni, Aziende per il turismo, enti e associazioni, che coniugano natura e cultura all’insegna della scoperta di aspetti e in angoli del territorio meno noti, ma ricchi di fascino e di storia. Il programma sarà disponibile presso il S.A.S.S. a Trento, il Museo Retico di Sanzeno e il Museo delle Palafitte di Fiavé oppure può essere richiesto all’Ufficio beni archeologici (tel. 0461 492161, uff.beniarcheologici@provincia.tn.it). La versione digitale si trova online sul portale www.cultura.trentino.it/Temi/Archeologia.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *