Politica Ultime Notizie

Alto Adige. Team K propone l’esenzione della tassa di soggiorno per le persone con disabilità

20 Luglio 2020

author:

Alto Adige. Team K propone l’esenzione della tassa di soggiorno per le persone con disabilità

A causa della crisi in seguito al Covid19 alcuni Comuni italiani hanno temporaneamente sospeso la tassa di soggiorno – la cosiddetta tassa locale – per incentivare il turismo dopo il lockdown. Il Team K chiede che la stessa misura venga introdotta in modo permanente in Alto Adige per le persone con disabilità e i loro accompagnatori.
“Un obiettivo comune deve continuare ad essere quello di abbattere le barriere architettoniche ed aiutare così i membri più deboli della nostra società, anche durante le loro vacanze. L’abolizione della tassa di soggiorno per le persone con disabilità e i loro accompagnatori, come già previsto in alcune parti d’Italia, sarebbe un passo in questa direzione. Specialmente nei viaggi di gruppo organizzati per persone con disabilità, una tale misura significherebbe un grande sollievo”, afferma Alex Ploner del Team K.
Lo studio “Economic Impact and Travel Patterns of Accessible Tourism in Europe” (Impatto economico e modelli di viaggio del turismo accessibile in Europa), commissionato dalla Commissione Europea, mostra che più della metà delle persone con mobilità ridotta nell’UE effettua almeno un viaggio all’anno. Si tratta di 783 milioni di viaggi giornalieri e pernottamenti all’anno. Gli ospiti più anziani (oltre i 65 anni) insieme agli ospiti con disabilità generano attualmente un fatturato complessivo di 786 miliardi di euro, che corrisponde a circa il 3% del prodotto interno lordo dell’UE. In particolare, la cooperativa sociale “Independent L.”, che si impegna a favore di una vacanza senza barriere in Alto Adige offrendo assistenza sul suo sito web, ha registrato quasi 80.000 visite sulla sua homepage solo nel mese di agosto 2019. Questi sono chiari indici del fatto che in Alto Adige vi sia effettivamente una domanda per una vacanza senza barriere, che deve essere soddisfatta.
Nella Provincia di Trento e in diversi comuni italiani, come Milano e Bergamo, le persone con disabilità e i loro accompagnatori sono già stati esentati dall’imposta comunale. Le stesse riduzioni o simili sono offerte e concesse anche in altre regioni turistiche europee. In Baviera, ad esempio, si rinuncia completamente alla cosiddetta “Kurtaxe” per le persone con gravi disabilità e i loro accompagnatori.
“In una mozione che abbiamo appena presentato, chiediamo la creazione di un tavolo di lavoro sul tema delle ‘Vacanze accessibili’. In futuro anche le persone con disabilità e i loro accompagnatori dovrebbero essere esentati dalla tassa di soggiorno. L’esenzione dall’imposta locale significherebbe uno sgravio finanziario per le persone con disabilità. Le misure relative alle vacanze e alle disabilità devono essere promosse in modo mirato, includendo anche gli altoatesini che per esempio trascorrono una settimana in una zona dove vengono offerti servizi terapeutici di equitazione o di riabilitazione”, afferma Alex Ploner.
Il Team K suggerisce misure mirate ad incentivare un’offerta turistica accessibile e senza barriere architettoniche, al fine di consentire alle persone con disabilità di trascorrere una vacanza in Alto Adige e allo stesso tempo di sostenere il settore turistico altoatesino.

Foto, Alex Ploner.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *