Cultura & Società Ultime Notizie

A Merano torna a battere il cuore del Jazz

5 Luglio 2020

author:

A Merano torna a battere il cuore del Jazz

Il trombonista Gianluca Petrella con il progetto “Cosmic Renaissance” e il contrabbassista Stefano Colpi con “Open Atrio”, protagonisti di due appuntamenti gratuiti sul palco di Piazza Terme.

MeranoJazz si adatta alle regole del distanziamento sociale post Covid-19 e propone per la sua 24° edizione due appuntamenti il 15 e il 16 luglio alle 21.00 nella Piazza antistante alle Terme di Merano e solo in caso di maltempo al KIMM. L’ingresso alla serata è libero e gratuito.

MeranoJazz è uno degli appuntamenti più prestigiosi della programmazione musicale promossa dal Comune di Merano, curata da Vincenzo Costa e organizzata dal Teatro Stabile di Bolzano. In questa nuova edizione darà suono a una delle caratteristiche principali del jazz: la sua continua esigenza di innovazione musicale nel cammino, mai interrotto, della tradizione, privilegiando quelle formazioni che maggiormente ne rappresentano l’area semantica .

Ne è la riprova il progetto “Cosmic Renaissance” del trombonista Gianluca Petrella. Tra i pochi musicisti italiani che riscuotono considerazione e stima a livello internazionale nel campo del jazz, Petrella ha sempre rivolto la propria attenzione ad ampio raggio a musicisti e orientamenti, scandagliando l’improvvisazione, l’acustica e l’elettronica, l’universo musicale di Nino Rota e Sun Ra. Il progetto Cosmic Band, dedicato alla musica visionaria e spregiudicata di Sun Ra, si aggiudicò nel 2008 e 2009 il “Top Jazz” della rivista Musica Jazz come migliore formazione in Italia. Dal 2016, con “Cosmic Renaissance”, ha ristretto l’organico a cinque musicisti (Gianluca Petrella: trombone, laptop, moog, effetti. Mirco Rubegni: tromba – Blake Franchetto: basso – Federico Scettri: batteria, laptop – Simone Padovani: percussioni) focalizzandosi sulla matrice ritmica, riducendo l’apporto armonico a favore di un suono più scarno, ma inserendo in modo massiccio l’elemento elettronico e mantenendo l’intensità, il corpo sonoro, la propria fisicità. L’impegno di Petrella a Merano non si limita al concerto del 15 luglio: per la prima volta terrà una masterclass in trombone, ottoni e musica d’insieme nell’ambito della 19° edizione dell’Accademia Jazz, curata da Franco D’Andrea ed Ewald Kontschieder che si svolgerà dal 15 al 19 luglio. Al loro debutto come docenti dell’Accademia meranese troviamo inoltre Karolina Strassmayer (sassofono) e Henning Sieverts (basso, violoncello).

Legato a doppio filo alla vita dell’Accademia Jazz di Merano è anche il contrabbassista trentino Stefano Colpi, che si esibirà il 16 luglio con il progetto “Open Atrio” da lui creato due decenni fa e aperto a continue contaminazioni. “Atrio” scaturisce dall’attività compositiva del contrabbassista trentino Colpi, stimolata in un primo momento dal contatto con il pianista Stefano Battaglia e con il batterista Carlo Alberto Canevali, e documentata dal cd “Where Do We Go From Here?”, pubblicato nel 2003. Da più di quindici anni il nome è lo stesso (quando l’organico si amplia, diventa “Open Atrio”), ma i componenti cambiano, seguendo le avventure compositive del musicista trentino. Sotto questa formula si sono dunque alternati vari musicisti: dai pianisti Stefano Battaglia, Roberto Cipelli, Michele Giro e Michael Lösch, al clarinettista Mauro Negri, ai batteristi Carlo Canevali, Stefano Bertoli e Mauro Beggio, al chitarrista Giuliano Cramerotti. Lo scorso anno, il progetto è tornato all’organico di trio con Cipelli e Beggio, formazione che ha dimostrato grande sintonia e adesione al materiale compositivo. Si allarga ora a quartetto, con l’inserimento dell’ottimo sassofonista Andrea Pimazzoni.

I due concerti del Festival si svolgeranno il 15 e il 16 luglio sul palco di piazza Terme ad ingresso libero e solo in caso di pioggia presso il KiMM in via Parrocchia 2 a Merano. Ulteriori informazioni e iscrizioni all’Accademia Jazz e sul festival si trovano sul sito www.meranojazz.it

Foto, Gianluca Petrella.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *