Politica Ultime Notizie

Voto utile, scelta del meno peggio per le prossime elezioni comunali?

20 Giugno 2020

Voto utile, scelta del meno peggio per le prossime elezioni comunali?

Passato il lockdown, ma non il Coronavirus, infatti si vedono ancora diversi concittadini girare all’aperto con le mascherine sul volto, si inizia a parlare di elezioni. Ancora non si sa quando andremo a eleggere i futuri Sindaci e Consigli comunali in Trentino Alto Adige, scusate, aggiungo subito Südtirol, ma i partiti, almeno i più significativi si stanno impegnando per trovare i candidati più interessanti da proporre come Primi cittadini e nelle varie liste.
A Bolzano sembra configurasi quale Candidato Sindaco certo per la coalizione di Centrodestra Roberto Zanin. È ancora un’ipotesi, benché sui social e su qualche quotidiano il nome sia dato per certo, poiché la Lega non ha ancora ufficializzato la notizia. Inoltre, non è chiaro di quale centrodestra dovrebbe essere il candidato sindaco? Una lista civica in sostegno di Zanin più Lega, Fratelli d’Italia e Forza Italia? Senza Casa Pound, poiché, come il Movimento stesso ha fatto sapere a livello nazionale, che non candiderà più. Qui sorge inevitabilmente una domanda. Qualora Zanin dovesse arrivare al ballottaggio, cosa persino certa con questi sostenitori, come si compererebbe la SVP di Bolzano? Sarebbe digeribile per la Stella Alpina sostenere un Centrodestra con all’interno esponenti di Fratelli d’Italia? Pensare che si tratti di mere elezioni amministrative e pertanto lontane dalle questioni politiche è pura illusione. Partiti come i Freiheitlichen e Südtiroler Freiheit non accetterebbero mai un esecutivo di questo tipo, come non lo accetterebbero nemmeno molti elettori della SVP. Non va dimenticato dove, come e perché è nata e quali sono i fini del partito stesso. Confondere l’attuale esperienza di Laives e quella provinciale con la realtà bolzanina potrebbe essere più che fuorviante.
Purtroppo la scena politica non è molto allegra e più chiara sull’altra sponda del fiume. Il Sindaco uscente Renzo Caramaschi può contare, oltre che sulla sua lista, sul certo sostegno del PD, della Sinistra Unita, di Italia Viva e su un supporto un poco scolorito dei Verdi. Almeno così traspare dal quadro politico attuale di queste ore, ma tutto ancora può cambiare. Siamo abituati a continui cambi di tiro. Resta l’incognita Team K, quella dei Socialisti, di Projekt Bozen, della lista di Davide Costa, dei Radicali e di altre realtà che potrebbero formarsi entro un mese dalle elezioni. Liste dell’ultimo minuto! I 5 Stelle andranno per la propria strada e Angelo Gennaccaro coraggiosamente correrà da solo anche questa volta. Un’impresa per nulla facile, considerando che molti elettori tendono a scegliere il “voto utile” o il “meno peggio”.

Foto, Duomo di Bolzano/c-Ivan Perretta/Praxis.

Giornalista pubblicista, scrittore.
Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *