Cronaca Ultime Notizie

Coronavirus. Dalla crisi si esce…salendo, un regalo al personale sanitario

18 Giugno 2020

author:

Coronavirus. Dalla crisi si esce…salendo, un regalo al personale sanitario

All’insegna del motto “Dalla crisi si esce – salendo” le guide alpine e gli accompagnatori di media montagna dell’Alto Adige mettono a disposizione la loro professionalità a tutti coloro che hanno combattuto in prima linea il coronavirus. È nato così un pacchetto di quasi 800 giornate in montagna, che viene offerto gratuitamente al personale delle strutture sanitarie e delle case di cura.
Durante il lockdown anche le guide alpine e gli accompagnatori di media montagna hanno dovuto sospendere la loro attività per due mesi e mezzo. “Rispetto a quanto il personale delle strutture sanitarie e delle case di cura ha dovuto sopportare, tuttavia, questo è solo un piccolo sacrificio”, spiega Kurt Walde, Presidente del Collegio provinciale delle guide alpine sciatori.
Già durante l’isolamento Walde ha avuto l’idea di regalare ai medici della sua Brunico un giorno in montagna. “Volevo dare loro un po’ della mia energia e la reazione è stata così entusiasta che ho suggerito ai miei colleghi di estendere l’iniziativa a tutto l’Alto Adige”, spiega il presidente. La risposta alla proposta del Collegio è stata impressionante. “Non posso che ringraziare tutte le guide alpine e gli accompagnatori di media montagna che si sono subito impegnate a sostenere la nostra iniziativa”, dice Walde.
Così è stato messo a punto un programma di uscite di arrampicata, escursionismo e alpinismo all’insegna del motto “Dalla crisi si esce – salendo”, al quale il personale delle strutture sanitarie e delle case di cura in Alto Adige può accedere gratuitamente. Il presidente Kurt Walde annuncia l’offerta di circa 800 giornate in montagna al personale sanitario a partire da  partire a luglio e agosto con le guide alpine e gli accompagnatori di media montagna.
La distribuzione avverrà attraverso l’Associazione delle residenze per anziani e l’Azienda sanitaria dell’Alto Adige.

 

 

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *