Cronaca Economia Ultime Notizie

Bolzano. Tiket d’ ingresso a pagamento in città per le auto, contrari i commercianti

11 Giugno 2020

author:

Bolzano. Tiket d’ ingresso a pagamento in città per le auto, contrari i commercianti

 Al centro di diversi incontri tra rappresentanti del Comune e associazioni di categoria, il tema del tiket d’ingresso a pagamento per le auto ha incontrato la ferma contrarietà l’Unione commercio turismo servizi Alto Adige e dei Confesercenti.
“Abbiamo appena riaperto le nostre attività, e la priorità ora deve essere favorire l’accoglienza di pendolari e turisti, il cui ritorno sarà vitale per moltissimi settori economici. Qualsiasi misura che vada in senso contrario è assolutamente controproducente”, afferma il fiduciario comunale dell’Unione per la città di Bolzano Simone Buratti. Della medesima opinione anche CNA, Confesercenti e il presidente circondariale lvh.apa di Bolzano Città, Hannes Mussak: “Introdurre in questo periodo dei carichi ulteriori per gli operatori economici sarebbe fatale. Al momento stiamo impiegando tutte le nostre forze nella ricostruzione e nella stabilizzazione delle nostre aziende. Attualmente necessitiamo di misure atte a sgravare l’economia, non certo di ulteriori oneri.” Claudio Corrarati, presidente di CNA TAA: “La ripartenza dell’economia e delle attività deve essere agevolata da azioni di supporto e non di ostacolo. Adesso è il momento per semplificare e incentivare più che limitare o tassare.”
Il gruppo di lavoro tecnico allestito dal Comune di Bolzano e coordinato dall’ingegner Stefano Ciurnelli prevedrebbe al contrario l’introduzione di un sistema di monitoraggio dell’ingresso dei veicoli privati – ma si è parlato anche di quelli commerciali – in una o più zone della città con l’obiettivo di riscuotere una tassa di transito in base a zone e/o ore di accesso.
“Secondo i calcoli della pubblica amministrazione, questo sistema sarebbe anche meno gravoso del pagamento di un parcheggio, ma in realtà ciò si aggiungerebbe al costo della sosta, senza contare poi che, anche a livello di immagine, questo non è il periodo di introdurre nuove tasse ma di eliminare quelle esistenti”, ribadisce Buratti, che aggiunge: “In questo periodo è fondamentale dare segnali positivi, di benvenuto, e non il contrario”.
Un altro tema trattato in occasione dell’incontro tra sono stati i cosiddetti locker e i delivery point, ovvero i punti automatici di consegna e smistamento dei pacchi. In quest’ambito. La proposta dell’Unione è di sperimentarli non solo in centro storico ma anche nei quartieri periferici.

In foto, Claudio Corrarati,  presidente CNA Trentino Alto Adige

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *