Politica Ultime Notizie

Team-K, per il bene europeo bisogna accelerare la riapertura dei confini

27 Maggio 2020

author:

Team-K, per il bene europeo bisogna accelerare la riapertura dei confini

Questa mattina a Lienz nel corso di una conferenza stampa, NEOS, Das Neue Österreich und Liberales Forum, il partito politico austriaco di orientamento liberale e il Team K hanno lanciato un appello per frontiere aperte in Europa, a partire dal Brennero. Durante la conferenza stampa è stata comunicata l’intenzione di lanciare una petizione congiunta online per ottenere la riapertura delle frontiere tra Austria e Italia.
Già nel fine settimana Paul Köllensperger del Team K e Dominik Oberhofer dei NEOS hanno sottoscritto un comunicato stampa congiunto con Martin Hagen della FDP, la Freie Demokratische Partei, ovvero il Partito liberale democratico bavarese, per arrivare a una rapida apertura delle frontiere del Brennero. Köllensperger Oberhofer concordano: “I cittadini di quell’Europa in miniatura che è l’Euregio, vivono quotidianamente la vitale necessità di poter contare su frontiere aperte. La mobilità di beni e persone è uno dei fondamenti della casa comune europea, e quindi la libertà di movimento non può essere limitata ancora a lungo”.
Il 26 maggio di un anno fa, alle elezioni europee in quasi tutti gli Stati membri, le forze europeiste avevano registrato una crescita dei consensi, gli euroscettici parevano in difficoltà. Nell’affrontare la crisi legata al coronavirus – e quindi proprio quando si rivela fondamentale la solidarietà tra i Paesi – alcuni governi si sono dimostrati nei fatti molto meno europeisti e collaborativi di quanto lo siano stati a parole. È così scoppiato il corri corri per chiudere i confini. Seppur giustificato almeno nella fase iniziale, la retorica utilizzata soffia sul fuoco delle paure collettive, una retorica però basata poco sui fatti, come se un virus potesse essere fermato chiudendo i confini.
Posizioni più rispettose delle libertà democratiche e della solidarietà che ci dovrebbe unire in quanto europei, sarebbe piuttosto utile ed auspicabile per trovare una via d’uscita comune da questa crisi senza precedenti. L’Europa avrebbe tutto, dal punto di vista medico ed economico, per padroneggiare un ritorno alla normalità, si legge nel comunicato diffuso da Team-K.

Foto, Ebner, Köllensperger e Oberhofer.  

 

 

 

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *