Cronaca Ultime Notizie

Alto Adige. I servizi della Camera di commercio a supporto delle imprese contro l’emergenza coronavirus

13 Maggio 2020

author:

Alto Adige. I servizi della Camera di commercio a supporto delle imprese contro l’emergenza coronavirus

A partire da marzo, a causa del coronavirus, la Camera di commercio di Bolzano ha istituito nell’ambito dell’iniziativa Economia=futuro un nuovo punto di consulenza per le imprese che intendono usufruire dei contributi statali, provinciali o di finanziamenti. Con la delibera del 12 maggio 2020 il Consiglio provinciale ha formalizzato l’istituzione del servizio gestito dalla Camera di commercio. Inoltre, essa rimane a disposizione per rilasciare l’identità digitale (SPID) e la firma digitale, utili per poter richiedere i contributi.

Il 6 aprile 2020 il Consiglio dei Ministri ha approvato il Decreto liquidità, aumentando il Fondo di Garanzia per le PMI con una dotazione finanziaria di circa sette miliardi di euro entro la fine dell’anno e prevedendo altre misure a sostegno delle imprese grazie a SACE, un’azienda controllata di Cassa Depositi e Prestiti, che potrà stanziare ulteriori 400 miliardi di euro. La Camera di commercio di Bolzano ha istituito a marzo un nuovo servizio informativo per fornire una puntuale informazione alle imprese sulle possibilità offerte dal Decreto liquidità e sulle altre misure di sostegno promosse dallo Stato. In base alla delibera del Consiglio provinciale del 12 maggio 2020 tale servizio continuerà ad essere gestito dalla Camera di commercio e fungerà anche da osservatorio sulle conseguenze economiche per le aziende e i liberi professionisti in Alto Adige, oltre che sul rispetto dell’accordo con le banche.
La Giunta provinciale ha approvato dei sussidi per le piccole e micro imprese che hanno fino a cinque collaboratori e collaboratrici a cui possono accedere tutte quelle che a causa dell’emergenza coronavirus registrano una diminuzione del fatturato di almeno il 50 percento e hanno iniziato la loro attività prima del 23 febbraio 2020. La Camera di commercio invita pertanto tutte le aziende a dotarsi dell’identità digitale (SPID) per poter richiedere i vari sussidi in breve tempo. La richiesta dei contributi può essere presentata dal rappresentante legale di un’azienda o da un soggetto delegato.
Lo SPID è gratuito e può essere richiesto presso il reparto per i Servizi digitali della Camera di commercio di Bolzano. Le credenziali dello SPID sono valide per due anni e permettono di accedere a una serie di servizi online della Pubblica amministrazione a livello locale, provinciale e statale.
Anche la firma digitale viene rilasciata dalla Camera di commercio di Bolzano e ha validità di tre anni. Oltre ad accedere ai servizi online della Pubblica amministrazione, permette di firmare digitalmente documenti, nonché riceverli e gestirli tramite un dispositivo integrato in formato Smart card o Token USB.
“I collaboratori e le collaboratrici della Camera di commercio di Bolzano sono sempre raggiungibili telefonicamente o per e-mail. È inoltre possibile recarsi fisicamente presso gli uffici su appuntamento”, afferma il Segretario generale della Camera di commercio di Bolzano Alfred Aberer. Nel mese di marzo e aprile la Camera di commercio ha mantenuto aperti al pubblico i suoi servizi per i clienti e ha registrato quasi 20.000 richieste gestite, 405.000 pagine consultate sul proprio sito e 725.000 contatti su Facebook.
L’IRE – Istituto di ricerca economica della Camera di commercio di Bolzano sta conducendo un’indagine sulle conseguenze del coronavirus per le imprese altoatesine, in modo tale da poter comprendere al meglio la situazione e per far sì che la Camera di commercio possa poi avanzare proposte concrete in supporto all’economia.

Foto/c-Marion Lafogler.  

 

 

 

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *