Cronaca Cultura & Società Ultime Notizie

Salute. Due presenze in città di “Ambulatorio mobile di Volontarius” per soccorso persone senza fissa dimora

9 Aprile 2020

author:

Salute. Due presenze in città di “Ambulatorio mobile di Volontarius” per soccorso persone senza fissa dimora

Nelle ultime due settimane l’ambulatorio medico mobile organizzato dall’associazione Volontarius in collaborazione con la Croce Bianca ha intensificato a Bolzano la sua attività di cura per  persone senza fissa dimora presenti nel capoluogo. Attualmente sono quattro i medici disponibili che svolgono la loro attività di volontariato con l’ambulatorio mobile di Volontarius, e forse un quinto si aggiungerà nelle prossime settimane.

Alessandro Scrinzi, operatore sociosanitario (OSS) e coordinatore della attività che svolge la propria attività nell’ambito dell’associazione Volontarius, riferisce che le condizioni  di vita e di salute delle persone senza fissa dimora presenti a Bolzano sono ulteriormente peggiorate dall’inizio della epidemia in atto e che la struttura attrezzata con i suoi operatori, anche in questo momento particolarmente difficile, non ha fatto mancare il suo impegno a queste persone.
Due le presenze in città, in piazza Verdi e presso il centro di emergenza di via Comini. “Dall’inizio dell’epidemia –  riferisce Alessandro Scrinzi – abbiamo fatto 4 uscite con il nostro camper attrezzato ad ambulatorio mobile, rispettivamente due in piazza Verdi, all’Ex Agip, e due al ricovero notturno di via Comini dove sono ospitate circa 90 persone”. In piazza Verdi c’è stata un’affluenza di circa ventina persone con  problematiche di salute legate principalmente alla vita di strada, con problemi dermatologici dovuti alla scarsa igiene e sintomi di raffreddamento ma non riconducibili ad un possibile contagio. Più alta invece l’affluenza  in via Comini  dove sono state soccorse 45 persone problematiche legate alle difficili condizioni di vita, come tosse e raffreddore, insonnia, conseguenze di un’alimentazione inadeguata e dolori muscolari dovuti al freddo. Con l’emergenza sono state annullate le visite specialistiche con Il rischio che si aggravino i disturbi in atto. L’Ambulatorio mobile, grazie alla disponibilità della Farmacia solidale di Volontarius, può distribuire classici farmaci da banco, come brufen, tachipirina, moment o creme ed antibiotici generici. Non sono invece disponibili particolari apparecchiature diagnostiche, con la conseguenza che a fronte di patologie complesse si presenta la necessità inviare il paziente in ospedale per l’intervento specialistico.

Agli incontri in piazza Verdi è presente il coordinatore Alessandro Scrinzi, un medico, due operatori del servizio di Oltre la strada di Volontarius, un operatore della Croce Bianca che svolge il triage, misura la temperatura e distribuisce i guanti prima di entrare nell’ambulatorio mobile. Ci sono inoltre due addetti della security che mantengono l’ordine contingentando l’ accesso delle persone alle quali viene misurata la febbre con appositi termoscanner.

In via Comini il sevizio si svolge in maniera un po’ diversa. Gli operatori della struttura danno una mano e chiamano di volta in volta gli utenti che hanno bisogno della visita. C’è il coordinatore del servizio ed un medico, viene sempre misurata la febbre, l’operatore della Croce Bianca fornisce i guanti e la mascherina e poi entrano nel camper. Il tutto si svolge quindi in una situazione molto controllata. Il giorno prima dell’incontro la struttura prepara preventivamente la lista delle persone che hanno bisogno della visita. Solitamente è presente alle uscite anche la dott.ssa Martina Felder che gestisce la“Farmacia solidale”.I farmaci sono raccolti con il Banco farmaceutico, con la farmacia Peer di Bressanone ed il resto viene acquistato dalla Volontarius presso la farmacia comunale di via S. Geltrude

Visite e l’attività si svolgono con una certa regolarità rispettando tutte le prescrizioni di sicurezza previste. La principale criticità, come detto, è rappresentata dal progressivo aggravamento delle condizioni di salute di varie persone che vivono in condizioni di vita difficili, prive di assistenza specialistica. Aumentano sempre di più anche le persone con problematiche di tipo cronico come diabetici e dializzati che al momento non trovano una risposta adeguata alle loro urgenze sanitarie.
Per poter continuare al meglio il servizio Volontarius chiede un sostegno per l’acquisto di attrezzature speciali di protezione per i medici e gli infermieri, di farmaci, per i costi di gestione dell’ambulatorio e per l’acquisto di un nuovo mezzo adibito ad ambulatorio medico mobile strutturato ad hoc. Le donazioni possono essere fatte online sul  sito www.gruppovolontarius.it o al seguente IBAN della Banca Intesa San Paolo: IBAN IT 31 G030 6909 6061 0000 0172 099.

Foto. Camperstreeworking@Volontarius

 

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *