Cronaca Ultime Notizie

Parrucchieri, estetisti e aziende di cura della persona. Domani 30 aprile flash mob per chiedere la riapertura

29 Aprile 2020

author:

Parrucchieri, estetisti e aziende di cura della persona. Domani 30 aprile flash mob per chiedere la riapertura

CNA-SHV: “Non c’è Festa del lavoro senza il lavoro. Siamo preparati e operativi, fateci ripartire”. 

Giovedì 30 aprile alle ore 19 parrucchieri, estetisti, tatuatori e titolari di aziende di cura alla persona sono invitati da CNA-SHV Alto Adige a partecipare all’iniziativa #Riaccendiamolebotteghe.

Un flash mob di 5 minuti per riaprire e illuminare il salone, scattare una foto o realizzare un breve video e pubblicarlo sul proprio profilo social e sulle pagine di CNA-SHV Alto Adige, Federacconciatori e Unione Estetica e Benessere. Analoghe iniziative si terranno in Trentino, Veneto e Friuli Venezia Giulia.

Con questa azione di sensibilizzazione, CNA NordEst (composta da CNA-SHV Alto Adige, CNA Trentino, CNA Veneto e CNA Friuli Venezia Giulia) chiede al Governo di indicare tempi certi sulla riapertura, in sicurezza, di queste attività. Stamane, appena pubblicati i post sui social, sono fioccate le adesioni, le condivisioni, gli “I like” e le richieste di informazioni.

“Abbiamo pensato con cura, insieme ai colleghi del Nordest, al giorno e all’orario – spiegano Sandro Stefanati, portavoce di Federacconciatori, e Lisa Toselli Bonaldi, portavoce dell’Unione  estetica e Benessere -. In condizioni normali, il 30 aprile alle ore 19 avremmo chiuso il salone e avremmo cominciato un weekend lungo, complice l’1 maggio. Invece proprio nel giorno della Festa del lavoro, festeggeremo il 52° giorno di lockdown: senza lavoro, senza incassi, senza soldi, senza futuro, senza una data chiara in cui ripartire con tutte le spese da pagare, ben che vada posticipate di qualche mese. E allora il messaggio è che il 30 aprile alle ore 19, non potendo chiudere ciò che è chiuso da ben 51 giorni, lo riapriamo pur se per soli 5 minuti per far capire che, se dipendesse da noi, lavoreremmo anche l’1 maggio per recuperare. Perché non c’è Festa del lavoro senza il lavoro”.

“Siamo consapevoli della situazione sanitaria – proseguono Stefanati e Bonaldi – abbiamo fatto i compiti a casa, elaborato con l’ausilio di CNA delle rigide linee guida. Sappiamo che dovremo lavorare di più e probabilmente incasseremo di meno. Ma siamo pronti a farlo, dando priorità alla sicurezza dei clienti, dei nostri collaboratori e di noi stessi. “Riaccendiamolebotteghe, fateci ripartire”.

I rappresentanti di Federacconciatori e Unione estetica e Benessere, Sandro Stefanati e Lisa Bonaldi, insieme al presidente di CNA-SHV, Claudio Corrarati, saranno domani 30 aprile alle ore 19 davanti al Salone Quality Hair di via della Mendola 48/A per partecipare al flash mob con una diretta social.

 

 

 

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *