Cultura & Società Ultime Notizie

Rinviata la Quaresima di fraternità 2020

31 Marzo 2020

author:

Rinviata la Quaresima di fraternità 2020

A causa del Coronavirus sono state sospese le messe e annullate le manifestazioni e non è stato possibile svolgere neppure la colletta della Quaresima di fraternità 2020, che accanto all’azione degli Sternsinger è un cardine dei progetti di Missio Bolzano-Bressanone. Quest’anno è stata rinviata ad altra data. 

La raccolta di offerte nel periodo della Quaresima è destinata a finanziare quasi 40 progetti considerati urgenti da Missio. Come sottolinea Wolfgang Penn di Missio, un fallimento di questa raccolta sarebbe una catastrofe per i nostri partner di progetto, che spesso non hanno accesso all’acqua potabile, non dispongono di strutture sanitarie o possono contare su aiuti insufficienti negli ospedali. Poichè anch’essi sono colpiti dalla pandemia del Coronavirus, hanno un bisogno particolare del nostro aiuto.

Molte parrocchie e gruppi avevano già pensato a come dare attuazione alla Quaresima di fraternità nelle loro parrocchie. Sono stati distribuiti contenitori appositi, sono state pianificate le cosiddette “domeniche delle minestre“ e molto altro. La situazione attuale ha vanificato tutti questi sforzi. Per poter aiutare malgrado tutto le persone nel Sud del mondo, la nostra Diocesi ha deciso di rinviare la colletta della Quaresima di fraternità a una domenica più avanti nel calendario.

Ma sin da ora si può fare un’offerta attraverso i seguenti conti:

Curia vescovile, piazza Duomo 2, 39100 Bolzano – Causale Quaresima di fraternità

Banca: Cassa centrale Raiffeisen, Alto Adige, via Laurin. 1, 39100 Bolzano

IBAN: IT56 T034 9311 6000 0030 0202 908

o

Comitato missionario Bolzano – Causale Quaresima di fraternità

Banca: Cassa di risparmio dell’Alto Adige, filiale di piazza Walther, 39100 Bolzano

IBAN: IT73 R0604511 6010 0000 5005 630

(Le offerte su questo conto sono fiscalmente deducibili)

“Usiamo l’attuale situazione come un’opportunità per mostrarci solidali con le persone che vivono qui e con quelle nel Sud del mondo. Vi ringraziamo di cuore per il sostegno“, conclude Penn.

 

 

 

 

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *