Cronaca Ultime Notizie

“Digitalizzare il traffico in attesa del PUMS definitivo”

4 Marzo 2020

author:

“Digitalizzare il traffico in attesa del PUMS definitivo”

Corrarati: “Bene la revisione del Piano, ma Bolzano non può attendere immobile le grandi.
opere e i nuovi metrobus. Si sperimenti la segnaletica smart per dirottare i flussi di traffico”.

CNA-SHV apprezza lo sforzo dell’Amministrazione comunale e del tecnico ing. Stefano Ciurnielli per adeguare il PUMS (il Piano della mobilità urbana sostenibile) all’esito del referendum sul tram ed approvarlo entro ottobre 2020, condizione necessaria per attingere ai finanziamenti ministeriali. Allo stesso tempo, visti i tempi medio-lunghi per la realizzazione delle grandi infrastrutture e per l’entrata in funzione delle previste quattro linee di metrobus (Bus Rapid Transit) elettrici o a idrogeno, l’Unione degli artigiani e delle piccole e medie imprese chiede di sperimentare prima possibile forme di digitalizzazione del traffico che consentano l’utilizzo anche delle arterie oggi meno utilizzate.
“Il nostro obiettivo – afferma il presidente Claudio Corrarati – è di migliorare il migliorabile. Ad esempio viale Trento dovrebbe rimanere stabilmente percorribile per i veicoli aziendali in fasce orarie più ampie. Nei momenti critici, apposita segnaletica intelligente dovrebbe dirottare i flussi provenienti dallo svincolo di Bolzano Sud e da via Einstein verso ponte Resia e via Resia, via Pacinotti, via Volta e via Claudia Augusta, via Lancia, via Avogadro. Chiediamo lo stralcio, attuabile in tempi rapidi, del piano di consegna delle merci che sarà ultimato entro marzo. Proponiamo il miglioramento della segnaletica e della posizione di semafori e strisce pedonali per evitare incidenti tra mezzi pesanti e ciclisti. Infine, l’utilizzo delle telecamere anche per un monitoraggio costante dei flussi di traffico”.
CNA-SHV esprime ancora una volta preoccupazione per l’incertezza sulle grandi opere: al momento sono in parte progettati e finanziati solo la galleria di Monte Tondo e i lavori di via Einstein. Tutto il resto – variante di via Galilei, raddoppio della galleria del Virgolo, raddoppio di viale Trento, variante alla SS 12 e/o A22 in galleria – è solo un’ipotesi progettuale.
Piena condivisione con il PUMS sulla realizzazione dei parcheggi di interscambio in via Einstein per chi viene da Sud, Ponte Adige per chi viene dall’Oltradige o da Merano, Piè di Virgolo-funivia del Colle per chi viene da Nord, funivia di San Genesio. L’associazione ritiene fondamentale la realizzazione delle quattro linee di metrobus (Oltradige-Centro, Laives-Zona produttiva-Centro città, funivia San-Genesio-Centro città, Ponte Adige-Ospedale-Centro città e considera indispensabile l’applicazione del Road pricing (ticket d’ingresso) per i pendolari e i turisti in quanto strumento per incentivare l’utilizzo dei mezzi pubblici, ridurre il numero di veicoli e abbattere l’inquinamento nel capoluogo.

Foto, il presidente di CNA-SHV, Claudio Corrarati.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *