Cronaca Ultime Notizie

COVID-19, numerosi controlli in provincia

19 Marzo 2020

author:

COVID-19, numerosi controlli in provincia

Proseguono i controlli della Polizia di Stato in tutta la provincia per vigilare sul rispetto delle norme emanate dal Governo per il contenimento del COVID-19.

In questo ambito, oltre a cinque denunciati per violazione dell’art.650 C.P., a cadere nella rete è stato anche l’autore di un furto aggravato, un cittadino italiano, in particolare un quarantaduenne con numerosi precedenti di polizia per reati contro il patrimonio, che, nella notte di domenica ha forzato la porta di ingresso della mensa Caritas di via Garibaldi.

Per quanto invece concerne le segnalazioni all’A.G. per le violazioni a vario titolo delle disposizioni del Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri, negli ultimi giorni hanno riguardato cinque persone, due cittadini italiani, due kosovari e un marocchino.

Martedì pomeriggio, tre giovani, residenti tra Brunico e Monguelfo, sono stati sorpresi nei pressi del locale Parco delle Religioni. Alla richiesta di fornire la prevista autocertificazione per giustificare la presenza in un Comune diverso da quello di residenza, i tre hanno ammesso di essere venuti a Bolzano per cercare della sostanza stupefacente, mostrando anche, per suffragare quanto dichiarato, un bilancino di precisione con cui avrebbero dovuto pesare la droga acquistata.

Nella giornata di ieri, durante uno dei consueti servizi sulle passeggiate del Talvera, gli Agenti della Questura hanno identificato un uomo di 32 anni, residente a Bolzano, che, incurante della chiusura, si stava allenando presso l’area attrezzata posta nelle vicinanze del campo “Righi”. Il sedicente atleta, su richiesta degli Agenti, non ha esibito l’autocertificazione e dichiarato di non essersi accorto dell’interdizione, benché ci fosse un cartello esplicativo e tutta l’area fosse delimitata con un nastro.

Oggi il personale del Commissariato di P.S. di San Candido ha denunciato l’autore del post, apparso qualche giorno fa su un social network e ripreso da alcuni organi di informazione, in cui due persone, inquadrandosi nella ciclabile che da San Candido porta a Sesto Pusteria, irridevano il regime di quarantena.

A seguito di accertamenti sul video e sul titolare della “pagina”, i poliziotti hanno identificato un cittadino marocchino di 29 anni, con precedenti di polizia a carico, residente a Brunico. Proprio perché presente senza giustificato motivo fuori dal Comune di residenza, lo stesso è stato segnalato all’A.G. per violazione dell’art. 650 C.P..

Da ultimo, ma, come ovvio, di primaria importanza, la Questura rinnova l’invito alla cittadinanza a rimanere nelle proprie abitazioni e ad uscire solo sulla base delle ormai notissime motivazioni contenute nel Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *