Cultura & Società Ultime Notizie

Adulti in cammino verso il battesimo: rito di elezione a Bolzano

2 Marzo 2020

author:

Adulti in cammino verso il battesimo: rito di elezione a Bolzano

Da tempo nove persone adulte si stanno preparando a ricevere il battesimo. Ieri (1 marzo), prima domenica di Quaresima, hanno partecipato al rito di elezione in duomo a Bolzano, esprimendo davanti al vescovo Ivo Muser il desiderio di essere battezzate. Le loro varie nazionalità “rendono evidente cosa significhi essere cattolico: la Chiesa universale abbraccia le più diverse lingue e culture“, ha detto il vescovo.

Nella cerimonia di elezione svoltasi ieri nel duomo di Bolzano, nove persone adulte, di cui quattro provenienti da parrocchie di lingua italiana, hanno chiesto al vescovo Ivo Muser di essere ammesse al sacramento del battesimo. Ammissione non intesa come un permesso, ma piuttosto come la conferma della decisione da loro presa.

Nella Diocesi di Bolzano-Bressanone il rito di elezione si è svolto ieri per la nona volta e ha vissuto due momenti: in mattinata i catecumeni (coloro che si preparano a ricevere il battesimo) sono stati presentati alle parrocchie nelle quali chiedono di essere battezzati. Essere battezzato significa essere accolto in una comunità: per questo in un secondo momento il vescovo, come primo rappresentante della Diocesi, ha dato loro il benvenuto nel rito in Duomo. Monsignor Muser li ha fortificati attraverso l’imposizione delle mani, l’unzione con l’olio dei catecumeni e la preghiera e ha ricordato, guardando alle diverse nazionalità dei candidati, che “proprio in questo gruppo di catecumeni diventa evidente cosa significhi essere cattolico: la Chiesa universale abbraccia le più diverse lingue e culture.“ Il vescovo ha così rafforzato l‘ultima tappa del percorso di preparazione: ora, nella veglia di Pasqua, gli adulti potranno ricevere in un’unica celebrazione tutti i sacramenti dell’iniziazione cristiana, vale a dire il battesimo, la comunione e la cresima.

Un ruolo molto importante lo svolgono le madrine e i padrini: come spiega Markus Felderer, Direttore dell’Ufficio scuola e catechesi, “essi sono infatti coloro che conoscono i catecumeni particolarmente bene perchè hanno percorso il cammino con loro e possono testimoniarne il desiderio di essere battezzati. Il battesimo è molto più che l’ingresso in un’associazione, con il battesimo inizia un cammino di vita durante il quale il singolo diventa sempre più parte della comunità con Dio.” Qui gioca un ruolo fondamentale la comunità parrocchiale, che accompagna i catecumeni anche dopo il battesimo, sia con la preghiera che con il catechismo.

Foto, i candidati al battesimo in duomo a Bolzano con il vescovo, il vicario generale e i loro parroci.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *