Cronaca Ultime Notizie

Tania Cagnotto sostiene testimonial della campagna “Stasera ci divertiamo da morire #ChiGuidaNonBeve”

19 Febbraio 2020

author:

Tania Cagnotto sostiene testimonial della campagna “Stasera ci divertiamo da morire #ChiGuidaNonBeve”

La campionessa di tuffi: “Bisogna fermare gli incidenti in auto, i giovani riflettano”.

Si arricchisce di una testimonial importante, ovvero la tuffatrice bolzanina Tania Cagnotto, la campagna di sensibilizzazione contro la guida in stato di ebbrezza, con il messaggio “Stasera ci divertiamo da morire! #ChiGuidaNonBeve”, elaborata dall’Agenzia Max Maglione “Marketing & Communication” di Bolzano e messa gratuitamente e senza loghi dell’agenzia stessa a disposizione di enti pubblici, media tradizionali, digitali e social, associazioni, società sportive e attività private che vogliono diffonderla per contribuire ad arginare il fenomeno dell’alcolismo, molto diffuso in Alto Adige/Südtirol.
La stessa Agenzia sta già facendo girare il messaggio sui mezzi che ha a disposizione e ha lanciato una campagna social chiedendo agli utenti di scaricare l’immagine, dalla pagina facebook “Chi Guida Non Beve”, e immortalarsi con essa postandola sul proprio profilo.
Dopo aver posato con in mano l’immagine della campagna – una strada tortuosa che porta verso la montagna, costellata da tre lapidi, una per ogni “drink”, che si ferma improvvisamente alla quarta lapide, con sopra inciso “R.I.P.” Riposa in pace, senza portare più ad alcuna meta – Tania Cagnotto ha affermato: “Credo in questa campagna dell’Agenzia Max Maglione, perché bisogna cercare di fermare gli incidenti d’auto. Bisogna far capire ai giovani e ai meno giovani che non si può rischiare la vita per colpa dell’alcol”.
Nei prossimi giorni altri testimonial di spessore nazionale presteranno il volto alla campagna.
L’iniziativa era stata presentata il 5 febbraio 2020 nel corso di una conferenza stampa dal titolare dell’Agenzia, Max Maglione, alla presenza di numerosi ospiti. Ad un mese esatto dall’incidente stradale di Lutago che ha registrato 7 morti e 10 feriti. Hanno già aderito la Provincia Autonoma di Bolzano, i Comuni di Bolzano, Merano e Laives.

Foto, Tania Cagnotto.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *