Cronaca Ultime Notizie

hannomayr.communication e webalm in futuro si chiameranno tincx

14 Febbraio 2020

author:

hannomayr.communication e webalm in futuro si chiameranno tincx

Bolzano. Cosa accade se un creativo professionista e uno stratega del marketing si imbattono in un esperto informatico? Cosa succede quando il know-how sviluppato nel corso di decenni si combina con lo slancio e l’ambizione giovanile? O ancora quando esperti pubblicitari uniscono le forze con un maestro di algoritmi?

“In tutti questi casi, il risultato è maggiore rispetto alla somma delle parti”, afferma Hanno Mayr. “Uno più uno non fa due, bensì tre” aggiunge Maximilian Kollmann, mentre per Lukas Silbernagl è semplicemente “un colpo di fortuna per tutti noi che siamo coinvolti”.

Il mercato della pubblicità è attualmente molto movimentato. Proprio di recente un’importante testata economica ha dichiarato: “L’agenzia pubblicitaria, lo studio di design e i creativi sono fondamentali per il branding, l’idea creativa […] nel mondo del marketing moderno, emergono le aziende che hanno la tecnologia intrinseca nel loro DNA”. Ed ecco che anche dei colossi del settore, come WPP e Omnicom, hanno reagito con l’acquisto di agenzie pubblicitarie ed aziende digitali.

tincx, in un certo senso, è il contributo dell’Alto Adige a questa tendenza: la fusione di hannomayr.communication e webalm permetterà in futuro una comunicazione integrata e trasversale rispetto ai media, con consulenza su branding, siti web, webshop, design, campagne pubblicitarie, contenuti, social media. Verrà quindi ampliata l’intera gamma di prestazioni nella gestione del brand, con l’obiettivo di coprire in toto la customer experience, grazie a servizi completi e integrati che in quanto a creatività, tecnologia ed efficacia non hanno eguali.

Think… il pensiero è alla base di ogni cosa. Thin… strategie snelle guidano al successo. In… chi non è aggiornato resta indietro. CX… la customer experience è il nostro punto di forza. Inc…. siamo creativi consulenti aziendali. In una parola: tincx.

All’inizio degli anni ‘90, Mayr e Kollmann hanno reso hannomayr.communication (all’inizio HM&C, in seguito HMC) un’agenzia creativa leader nella regione e tutt’oggi lavorano insieme, cosa non frequente tra i pubblicitari, mentre WebAlm di Silbernagl è nata nel 2009. “Hanno è il creativo, Lukas si occupa di aspetti relativi alla tecnologia, mentre io sono l’elemento di giunzione, responsabile della comunicazione e dell’orientamento strategico. La nostra è una formazione perfetta”, afferma Kollmann.

Il nome tincx raggruppa in una nuova agenzia la consolidata competenza di hannomayr.communication e i servizi digitali di webAlm come app, siti web, online shop. Entrambe le aziende si distinguono per innovazione, passione e soluzioni personalizzate in base al cliente, che hanno dettato uno standard anche oltre i confini dell’Alto Adige. Mayr e Kollmann ritengono la fusione un “grande passo verso il futuro”, del resto i due bolzanini sono sempre stati precursori in ambito tecnologico. Tra i pubblicitari altoatesini, sono stati i primi ad avere il fax, il cellulare (“un’enorme
scatola con un ricevitore telefonico”, ricorda Mayr) e la connessione a internet, che a suo tempo passava – molto lentamente – per Monaco di Baviera. Kollmann, laureato in ingegneria, aveva già installato un sistema informatico quando altrove si realizzavano modelli grafici con inchiostro, Letra-Set e camera oscura.

“Hanno e Max vantano un’incredibile esperienza e sanno cosa è fattibile e cosa no”, aggiunge Silbernagl. Mayr, diplomato in design grafico e fotografia, da giovane ha lavorato a Vienna per GGK international, una delle maggiori agenzie creative dell’epoca: “È stato un duro lavoro, era artigianato classico, ho imparato il mestiere da zero”. Un vantaggio inestimabile, come commenta Kollmann: “Il know-how analogico è ancora la base, sebbene ora ci siano mille canali”. Perché? “Buona pubblicità significa buona comunicazione, anche se ora viene sviluppata e implementata in modo completamente diverso”.

“Una volta, per esempio, era sufficiente un bel logo, mentre oggi lo stesso logo deve essere studiato a 360° ed essere compatibile con tutti i media, deve rappresentare in tutto e per tutto l’universo aziendale. Pertanto il cliente ha bisogno di un servizio che non sia solo eccellente, bensì anche coordinato”. “La costellazione di tincx”, prosegue Silbernagl, “offre qualunque possibilità: d’ora in avanti possiamo dedicarci a clienti più complessi e interessanti. Questo è ciò che mi mancava con webAlm”.

Come afferma Mayr, tincx sarà gestita da “gerarchie piatte e una politica di porte aperte”. “Una buona comunicazione”, aggiunge, “è più semplice per l’utente quando tutto proviene da un’unica fonte”. Mayr e Kollmann si avvalgono del know-how di Silbernagl e viceversa, ma chi ne trae il maggior vantaggio, in fin dei conti, è il cliente. “Quello che sta emergendo con le possibilità tecnologiche del mondo moderno è incredibile: con tincx possiamo occuparci a tutto tondo delle nuove e crescenti sfide di marketing e comunicazione della nostra clientela”.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *