Cronaca Ultime Notizie

Coronavirus, in arrivo misure igieniche sui bus di linea

25 Febbraio 2020

author:

Coronavirus, in arrivo misure igieniche sui bus di linea

La diffusione del Coronavirus è fonte di preoccupazione anche per il personale e i passeggeri delle linee di autobus. Il consorzio LiBUS – composto da 19 aziende altoatesine attive nel trasporto pubblico – ha pertanto deciso di adottare ulteriori misure di prevenzione e, di concerto con l’assessore provinciale alla mobilità Daniel Alfreider, promuove l’istituzione di un tavolo di lavoro con tutti i soggetti coinvolti. La sede, secondo quanto proposto da Alfreider, dovrebbe essere il neocostituito Centro operativo provinciale.

 Anche i bus del trasporto pubblico sono luoghi in cui si trovano a stretto contatto ingenti quantità di persone. Una situazione che, alla luce della crescente diffusione del Coronavirus, crea insicurezza tra passeggeri e personale di servizio. “Noi prendiamo sul serio queste preoccupazioni e pertanto abbiamo deciso di rafforzare le misure di prevenzione”, fa sapere il presidente di LiBUS Markus Silbernagl. I soci del consorzio sono stati quindi esortati a intensificare gli intervalli dedicati alla pulizia e disinfezione dei mezzi. Inoltre LiBUS sta valutando “se sia utile, e soprattutto fattibile in tempi rapidi, installare distributori di prodotti disinfettanti sui mezzi delle linee più frequentate”, spiega Silbernagl.

Anche per gli autisti si sta pensando a particolari misure preventive, come ad esempio la messa a disposizione di lozioni disinfettanti nelle cabine di guida. “In questo momento la priorità assoluta è la salute dei viaggiatori e dei nostri collaboratori”, ribadisce Silbernagl, che aggiunge: “Sarebbe bene tuttavia che queste iniziative fossero condivise e coordinate da tutti i soggetti attivi nel trasporto pubblico”.

Silbernagl si è già attivato in tal senso, promuovendo di concerto con l’assessore provinciale alla mobilità Alfreider l’istituzione di un tavolo di lavoro. “Alfreider ha proposto di allestire questo tavolo presso il neocostituito Centro operativo provinciale, dove sono rappresentate anche le componenti mediche e giuridiche”, conclude Silbernagl.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *