Cultura & Società Ultime Notizie

Servizio di volontariato: balsamo per l’anima!

4 Dicembre 2019

Autore:

Servizio di volontariato: balsamo per l’anima!

Abbiamo bisogno del volontariato, anche in futuro. Prendiamoci cura di questo servizio e ne diamo apprezzamento che merita! Questo è il messaggio dell’Associazione delle Donne Coltivatrici Sudtirolesi (SBO) in occasione della giornata del volontariato il 5 dicembre.

Le aree rurali hanno bisogno delle attività di volontariato: “Cosa sarebbe un paese senza queste attività? Il volontariato mantiene le aree rurali vive e attrattive. I volontari aiutano a creare le prospettive di vita e permanenza nelle aree rurali e di questo dobbiamo essere consapevoli”, dice la presidente della SBO Antonia Egger in occasione della giornata del volontariato il 5 dicembre. Il volontariato arricchisce, ma allo stesso tempo i rappresentanti della politica devono creare condizioni quadro per supportare questo tipo di servizio in modo che TUTTI abbiano un’opportunità di contribuire – a prescindere dal tempo libero, la situazione economica o l‘organizzazione”, aggiunge la presidente Egger.
In occasione della giornata di volontariato Antonia Egger ringrazia tutte le funzionarie della SBO per il loro lavoro, ricordando anche le donne che 40 anni fa hanno fondato primi gruppi locali della SBO. Uno di questi gruppi era il gruppo locale San Martino in Passiria che questa settimana celebra il suo 40esimo anniversario. Elisabeth Larcher Verdorfer è la settima rappresentante del gruppo locale di San Martino: “In realtà sono diventata la rappresentante per caso, a dire il vero non avevo tanto tempo libero”, dice Elisabeth.
Ma oggi, dopo un anno del suo servizio in quanto rappresentante, Elisabeth è contenta di essere una delle sette contadine a dirigere il gruppo locale e di poter plasmare la comunità del paese insieme alle “sue donne”: “Il volontariato funziona solo se ti piace farlo, se riesci a importi dei limiti, a volte saper dire di no o persino chiedere aiuto.“ Negli ultimi 40 anni il volontariato è cambiato molto: la burocrazia, la comunicazione, il tempo libero – tutto è diventato più veloce e più impegnativo. Tuttavia, il volontariato rimane un vantaggio, dice Elisabeth: ” Con un po’ di flessibilità, buon senso e buona volontà, questa esperienza può diventare benefica per tutti i coinvolti!”
Ne è anche convinta Antonia Egger: “Dobbiamo riuscire a rendere visibile il valore del volontariato, in modo che questo servizio mantenga vivi i nostri paesi anche in futuro!”

Foto, Antonia Egger. 

 

 

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com