Cultura & Società Ultime Notizie

Pircher srl firma il restyling di Milano Linate

21 Dicembre 2019

author:

Pircher srl firma il restyling di Milano Linate

L’azienda di Dobbiaco, leader nella produzione di sistemi per la gestione delle acque reflue ha partecipato al rifacimento dello scalo, fornendo i canali di scolo installati a bordo pista.  

Dobbiaco. Nei mesi scorsi, l’aeroporto di Linate ha cambiato volto, con un massiccio intervento di restyling dell’area esterna che ha portato al completo rifacimento della pista di decollo e atterraggio. Dietro quest’opera, che ha permesso di ottimizzare la sicurezza e il confort dei passeggeri, c’è anche una realtà altoatesina: la Pircher srl di Dobbiaco. L’azienda, che da mezzo secolo si occupa di gestione delle acque reflue civili e industriali, ha fornito i canali in calcestruzzo per la raccolta e il drenaggio delle acque reflue installati lungo la pista dello scalo.
“È stata una sfida ambiziosa, con criticità legate alle tempistiche e alle esigenze di una struttura complessa come un aeroporto; ma grazie alla lunga esperienza maturata e alla collaborazione di tutto il team, l’abbiamo superata brillantemente” spiega Matthias Mair, CEO di Pircher srl. “A coinvolgerci nel progetto è stata la società che si è aggiudicata l’appalto della pista, l’Impresa Edile Stradale Artifoni di Bergamo, con cui avevamo collaborato proficuamente in passato, fornendo altri modelli di canali e vasche per il convogliamento e l’accumulo delle acque” continua Mair. “Hanno pensato alla nostra azienda perché da sempre è nota per la produzione di canali di grandi dimensioni e di ottima durata, due doti cruciali in un cantiere come Linate. Ma non solo: grazie agli ampi spazi offerti dalla nuova sede produttiva di Gazzuolo (MN) e alle moderne tecnologie siamo in grado di offrire un servizio on demand, strutturato sulle richieste del committente. In questo caso per esempio abbiamo progettato e realizzato dei manufatti specifici per soddisfare le esigenze di un’infrastruttura esposta alle intemperie come una pista aeroportuale, che potessero garantire le migliori performance di resistenza e sicurezza. Un aereo a pieno carico arriva a pesare più di 500 tonnellate e nell’hinterland milanese pioggia, neve e ghiaccio non si fanno attendere in inverno. Ecco perché abbiamo creato un canale più grande della media, capace di favorire il rapido reflusso delle acque atmosferiche, e vi abbiamo posato sopra delle griglie speciali, forgiate per sopportare pesi record. Anche la miscela di calcestruzzo è stata studiata su misura, aggiungendo additivi particolari per garantire le migliori performance nei cicli gelo / disgelo anche in presenza dei sali antighiaccio”.
In totale, Pircher srl ha effettuato la fornitura di tre tipologie di canali autoportanti in calcestruzzo armato e delle relative griglie in ghisa, il tutto nella massima classe di portata. I singoli canali hanno la lunghezza “record” di 5 metri e i pesi variano tra i 4700 kg del più basso ai 6600 kg del più alto.
Il tutto è stato fatto in tempi strettissimi, per permettere allo scalo di riaprire al traffico aereo entro le scadenze stabilite: in un paio di settimane sono stati realizzati e consegnati tutti i materiali. “Per riuscirci abbiamo dovuto effettuare il getto di tre tipologie diverse di manufatti in contemporanea. Non è stato facile, ma ci siamo riusciti grazie a tre parole chiave: organizzazione, coordinamento e spirito di squadra” conclude Mair. “Dallo studio alla redazione delle tavole esecutive, dalla ricerca delle materie prime fino alla collaborazione tra reparti, tutto è stato studiato nei minimi dettagli per evitare imprevisti e ritardi. Ogni pedina ha lavorato in sincronia con le altre, dimostrando motivazione e spirito di squadra. Tutto ciò ci ha permesso di raggiungere l’obiettivo prefissato e di mettere la nostra firma in uno dei progetti più importanti realizzati nel mondo delle infrastrutture aeroportuali negli ultimi anni in Europa”.

Foto, canale. 

 

 

 

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *