Cultura & Società Ultime Notizie

BZ48H-SHORT FILM CONTEST: VINCE IL CORTO PANTAGRUEL

14 Ottobre 2019

Autore:

BZ48H-SHORT FILM CONTEST: VINCE IL CORTO PANTAGRUEL

23 squadre, 140 concorrenti e una città da raccontare in sole 48 ore sulla pellicola. Dopo un weekend all’insegna dell’ultima inquadratura e l’attenta selezione della giuria si è svolto questa sera il gran galà di premiazione dei vincitori di “BZ48H short film contest” al Teatro-Cinema Rainerum. Primo premio è andato al corto Pantagruel di Shoplifters, premiati anche Quasi attori di Toast Film, Influenced de La bottega del video e La fragola di The project open source.

Una serata per raccontare le 48 ore della sfida e poter vedere sul grande schermo i 10 corti finalisti, numeroso e attento il pubblico in sala, il Rainerum sold out con piu di 400 ingressi per conoscere i premi assegnati fra le 19 squadre in concorso.

I corti vincitori sono stati selezionati dalla giuria di qualità composta da Andreas Pichler, Martin Rattini e Viviana Carlet, e sono stati svelati solo questa sera al gran galà finale. La cerimonia di premiazione, una vera e propria proiezione con red carpet e festeggiamenti finali, si è svolta sta sera, sabato 12 ottobre 2019 a partire dalle ore 20.30, presso il Teatro – Cinema Rainerum, con la proiezione dei 10 corti finalisti e l’annuncio in diretta dei vincitori dei prestigiosi premi:

MIGLIOR CORTO BZ48H – GIURIA DI QUALITÀ: 1500€ assegnato dalla Giuria di Qualità è andato al team Shoplifters per il corto Pantagruel. Ecco la motivazione: “Un film coraggioso e originale, che tocca direttamente nello stomaco. Atmosfera e ritmo ricordano i grandi maestri del cinema d’Essay. Difficile da digerire ma proprio per questo convincente, per la sua semplicità e profondità di ispirazioni. Ci ricorda che la forza del cinema sta nella messa in scena radicale dei corpi e dei loro gesti.”

IDM FILM MENTORING PRIZE: un mentoring di regia del valore di 1000€ lordi offerto da IDM Film Fund & Commission è stato assegnato a La fragola di The project open source con la seguente motivazione:“Il cortometraggio racconta in modo originale una tematica socialmente rilevante in chiave distopica. Dal punto di vista tecnico viene apprezzato il lavoro di fotografia e il ritmo del montaggio, i dialoghi e la recitazione. Apprezziamo il potenziale del team e ci auguriamo che il mentoring messo a disposizione possa dare loro l’occasione di affinare ulteriormente le loro competenze nel settore cinematografico.”

PREMIO CINEMA|TECH PANALIGHT SÜDTIROL: il premio consistente in un noleggio attrezzatura del valore di 3000€ lordi è andato al corto Influenced de La bottega del video con la seguente motivazione: “Per la capacità di dare vita ad una immagine forte, piena di carattere, sorretta da un’impostazione personale matura. Una fotografia, al servizio della trama, segue lo stato mentale del protagonista. Il linguaggio duro ed inciso si ripropone con le immagini e l’utilizzo della luce naturale ed artificiale.”

PREMIO RAI ALTO ADIGE: selezionato da un rappresentante RAI, il film Quasi attori di Toast Film verrà mandato in onda all’interno di uno speciale televisivo. Ecco la motivazione: “un fitto intreccio di relazioni amicali fondate in realtà sull’ipocrisia umana e su una latente e potentissima INVIDIA. Attraverso una fotografia accurata, un ritmo serrato, dialoghi efficaci e un’interpretazione di alto livello il film è un riuscitissimo esercizio di stile e di grande capacità narrativa.”

SPECIALE LAGO FILM FEST: per tutti i team partecipanti saranno disponibili gli accrediti per accedere alla 16° edizione di Lago Film Fest 2020.

La sfida proposta dal Comune di Bolzano e organizzata da Cooperativa 19 alla sua terza edizione è adrenalinica: ideare e realizzare un cortometraggio in sole due giornate. A “complicare” le cose 3 “indizi” da rispettare: una location della città pescata a sorte, un oggetto uguale per tutti, il latte, e un ultimo indizio segreto: scegliere una dei 7 peccati capitali e svilupparlo nella sceneggiatura del film. Gli indizi rappresentano uno stimolo creativo, un punto di partenza per la narrazione. C’è libertà totale sul contenuto e sulla forma con cui raccontare la storia. Lo scorso è stato un week end in cui la città è stata invasa dai videomaker, pronti ad accaparrarsi la migliore inquadratura e trovare il luogo più interessate. Ai blocchi di partenza si sono presentate 23 squadre composte da registi, videomaker e attori: 140 concorrenti pronti a scoprire gli indizi segreti e lanciarsi alla scoperta di Bolzano.

BZ48H, così l’abbreviazione del titolo dell’iniziativa, è infatti un contest cinematografico che lancia ad artisti e filmmakers la sfida di realizzare un cortometraggio nel tempo limite di 48 ore, dall’ideazione alla post-produzione. Il team vincitore dovrà avvalersi di un mix di capacità tecniche, sangue freddo e intraprendenza per aggiudicarsi uno dei premi in palio e Bolzano sarà la protagonista indiscussa di tutte le produzioni. Rispetto al genere di appartenenza, c’è una libertà totale: fiction, documentario, videoclip, animazione, video arte. La sfida inoltre è aperta a tutti: professionisti, studenti di cinema e amatori, sia locali che provenienti da altre città.

A conferma del successo e dell’attenzione che la manifestazione ha richiamato negli scorsi anni, sono tanti e prestigiosi i partner di progetto che in varia misura contribuiranno alla buona riuscita della concorso, che anche quest’anno si svolge sotto la direzione artistica di Valentina Parisi e Giuseppe Zampella: Azienda di Soggiorno e Turismo di Bolzano, IDM Film Fund & Commission, Panalight Südtirol, Lago Film Fest, RAI Alto Adige, Vintola 18 – Centro di cultura giovanile, TeatroCinema Rainerum, BITZ unibz Fablab, Kellerei Bozen.

Foto, bz48h vincitori Pantagruel. 

 

 

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com