Cultura & Società Ultime Notizie

Anno intenso e pieno di soddisfazioni per il Coro Lirico Verdi

21 Ottobre 2019

author:

Anno intenso e pieno di soddisfazioni per il Coro Lirico Verdi

Si è conclusa sabato sera con successo la stagione operistica nel Trentino con l’opera “La Sonnambula” nel teatro di Villazzano. La famosa composizione di Vincenzo Bellini verrà replicata anche nella nostra Provincia venerdì prossimo 25 ottobre alle 20.45 al teatro Cristallo di Bolzano e domenica pomeriggio 27 ottobre alle 16.00 al Puccini di Merano.
Il Coro Lirico Verdi, diretto dal Maestro Claudio Vadagnini, coadiuvato dal prof. Luca Schinai, e con la preziosa collaborazione dell’Associazione “Aurona” di Moena, si pregia della partecipazione di giovani artisti, sia per la regia e le scenografie, sia per la parte orchestrale e solistica. I giovani vengono scelti per lo più tra musicisti e studenti appassionati della nostra Regione, che accettano di fare esperienza in teatro.

È stato un anno intenso per il Coro Lirico Verdi, ma anche pieno di soddisfazioni.
Per la prima volta si è tenuta un’intera giornata di preparazione full immerson nella musica fuori sede: il Comune di Coredo ha generosamente messo a disposizione strutture idonee sia per lo studio che per l’accoglienza ed il Coro Lirico glien’è stato grato, offrendo alla sera un bel concerto aperto a tutta la popolazione
Altri spettacoli lirici della durata di un paio d’ore, sia con orchestra che senza, sono stati tenuti in sale, teatri, piazze, in malghe di montagna ed anche in chiese a Bolzano, a Lana, a Merano, a Chiusa e nel Trentino, ma gli appuntamenti più appassionanti sono state le rappresentazioni delle opere.
In queste occasioni si riesce a percepire la reazione immediata del pubblico, con i silenzi, le risate, gli applausi; anche le locations contribuiscono ad accrescere la magia.
Bella e simpatica “Cavalleria Rusticana” di Pietro Mascagni al teatro di Villazzano, con la soddisfazione del sold out la settimana prima della recita, ma veramente magica “Madama Butterfly” di Puccini ai Giardini Ciucioi di Lavis.
Il sogno di un ricco romantico aveva trasformato la parete rocciosa presso la vecchia dogana di Lavis in un insieme di balze con vegetazione esotica e vasche di palme, archi marmorei e portali di chiese rupestri, cunicoli e colonne scolpite: un luogo in cui immergersi in un mondo incantato. In più di un secolo di abbandono il giardino era stato depredato e caduto nel degrado, finchè il Comune di Lavis non ha deciso di intervenire e ripristinarne l’antico splendore.
Per inaugurare il termine del primo step, il giardino è stato aperto ai visitatori, che hanno potuto ammirare la struttura illuminata da centinaia di candele posizionate in punti strategici. Qui il Coro Lirico è stato invitato a rappresentare la storia della giovane Cio Cio San, con una regia che illuminava in modo irreale la ripida scarpata, mettendo in risalto, con un gioco di luci, i sontuosi costumi dei solisti che recitavano dall’alto dei camminamenti.
Il Coro Verdi, in collaborazione con l’Associazione Aurona, ha vinto il concorso per lo spettacolo inaugurale dei festeggiamenti per i 200 anni del teatro Sociale di Trento. Il Gran Concerto con brani strumentali e corali operistici e classici, ha avuto un grande successo di pubblico e di critica e verrà replicato a Bolzano presso il Teatro Cristallo nel pomeriggio del 15 dicembre.

Foto, concerto a Trento.

 

 

 

 

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *