Politica Ultime Notizie

Opere edili, 54 milioni in più per il programma triennale

9 Settembre 2019

author:

Opere edili, 54 milioni in più per il programma triennale

La Ripartizione edilizia e servizio tecnico è responsabile della gestione di 280 milioni di euro di opere edili, su programmi che si sviluppano necessariamente ben oltre il triennio. La Giunta provinciale nella seduta del 3 settembre, ha approvato il programma triennale 2019/2021 che elenca le opere in corso, in appalto o con appalto pianificato entro fine 2021. 59 milioni sono destinati alla prosecuzione delle opere già avviate, mentre con i 53,8 milioni assegnati con l’assestamento di bilancio dello scorso agosto sarà possibile avviare nuove opere, alcune delle quali previste da tempo e in attesa di finanziamento. “Sono molto soddisfatto del lavoro di rilevamento dei bisogni, della programmazione effettuata dai nostri tecnici e della collaborazione che avviamo con i Comuni per realizzare opere scolastiche di interesse reciproco”, afferma l’assessore Massimo Bessone sottolineando che “i fondi aggiuntivi assegnati in sede di assestamento di bilancio sono un segno di fiducia e riconoscimento nel nostro operato.” 166 milioni di euro inoltre sono destinati agli interventi nell’ambito degli accordi pluriennali tra Provincia e Ministero della Difesa per la realizzazione di alloggi per i militari e infrastrutture a fronte della cessione di beni immobili del Demanio. Da sottolineare che, nel 2018, il 96% degli appalti svolti dalla Ripartizione edilizia sono stati aggiudicati ad imprese del territorio.

L’intervento di gran lunga più importante resta la costruzione della nuova sede per le scuole professionali Marconi e Levinas a Merano, che consentirà, una volta ultimato, di poter procedere con la ristrutturazione ed ampliamento della scuola alberghiera Ritz. Finanziati arredi e attrezzature per la scuola professionale Zuegg a Merano. Altre opere di significativo impatto finanziario riguardano la ricostruzione e l’arredamento del rifugio Petrarca distrutto da una valanga, e la costruzione ex novo del rifugio Palla Bianca, l’arredo e le attrezzature dei nuovi laboratori per il centro di sperimentazione Laimburg sull’areale ex maso Stadio a Vadena, la nuova caserma per i Carabinieri alla Mercanti di Appiano e l’ampliamento del centro sociale Trayah a Brunico. Dal 2020 potrà essere avviata la realizzazione della mensa scolastica a Vipiteno.

Una parte rilevante degli interventi approvati con il programma riguarda la manutenzione straordinaria e la ristrutturazione di molte scuole. A Bolzano saranno risanati gli istituti tecnici Battisti, Delai e Kunter, verrà ristrutturata e risanata la palestra del liceo Gasteiner e verrà ristrutturato e ampliato il convitto Damiano Chiesa. Medesimo intervento a Merano per l’istituto tecnico Marie Curie. A Bressanone, invece, sarà risanato il liceo Cusanus, e a partire dal 2022 si procederà con l’ampliamento della scuola professionale Hellensteiner e del centro scolastico Falcone e Borsellino. Previsti interventi anche presso i centri scolastici di La Villa e San Candido, grazie alla collaborazione con le rispettive amministrazioni comunali.

Grazie alla convenzione con la Regione sarà possibile avviare la progettazione del nuovo polo giudiziario in via Duca d’Aosta a Bolzano, accorpando gli uffici e con un risparmio di 1.250.000 di euro di canoni di locazione annui. Il settore cultura e musei vedrà avviata la progettazione per varie opere, quali, la Villa romana a San Paolo di Appiano, l’edificio per scopi museali a Predoi, il nuovo centro visitatori Bletterbach ad Aldino, il risanamento e la riqualificazione funzionale di Castel Velturno, l’adeguamento e il risanamento del Museo di scienze naturali a Bolzano. Capitolo strade: verranno appaltati il rifacimento dei punti logistici di Braies, San Vigilio e Stegona, nonché del cantiere stradale di Lana. Finanziati gli interventi nei punti logistici di Val Senales, Proves, Cortaccia, Ora, Caldaro, e Fleres, avviata la progettazione degli interventi necessari a unificare i servizi del Centro di competenza per la motorizzazione. Per quanto riguarda, invece, la sanità, la governance è del Dipartimento salute, che può tuttavia delegare alla Ripartizione edilizia la realizzazione di alcune opere o di parti di esse. Nel triennio 2019 – 2021 gli investimenti negli ospedali ammonteranno a 32,7 milioni di euro. 12 milioni di euro sono invece previsti per i distretti socio-sanitari.

Foto, Massimo Bessone/c-USP/Dipartimento edilizia.           

 

 

 

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com