Cultura & Società Ultime Notizie

Da oggi Bolzano si riempie nuovamente di talenti musicali provenienti da tutta l’Europa

25 Luglio 2019

author:

Da oggi Bolzano si riempie nuovamente di talenti musicali provenienti da tutta l’Europa

La città si riempie nuovamente di giovani talenti della musica provenienti da tutta Europa. Cominciano i corsi dell’Accademia Gustav Mahler, più di due settimane di lezioni individuali, musica da camera ed un workshop orchestrale, dove gli studenti saranno accompagnati nell’approfondimento del repertorio da professionisti di fama internazionale. In particolare quest’anno si rinnova la collaborazione con la Mahler Chamber Orchestra, con ben 16 membri nel parco docenti a cui si aggiungeranno Vera Beths (violino), Volker Jakobsen (viola) e Julian Steckel (violoncello).
Anche quest’anno l’Accademia ha deciso di dedicare i corsi allo studio del repertorio di un particolare compositore, in questo caso Franz Schubert. La sua opera tesa tra l’epoca classica e quella romantica continua ad incantare il pubblico per la capacità di veicolare emozioni intime e segrete grazie alla purezza e bellezza del suo linguaggio.
Il punto d’arrivo dei corsi saranno i concerti di musica da camera ed il grande concerto sinfonico, che ogni anno entusiasmano il pubblico bolzanino grazie all’energia di questi giovani ma preparatissimi interpreti.

IL CONCERTO SINFONICO (oggi, AUDITORIUM)
“Sembra che il limite sia la Nona. Chi vuole andare oltre deve essere pronto a morire. […] Chi ha scritto una Nona Sinfonia si è troppo avvicinato all’aldilà”. Così scriveva Arnold Schönberg nel 1913, riferendosi naturalmente a Beethoven, Bruckner e Mahler.
Il fascino dell’opera ultima quest’anno serpeggia in tutto il programma del Bolzano Festival Bozen fin dal concerto inaugurale che è affidato all’Orchestra dell’Accademia Gustav Mahler. Per la prima volta il festival rimanda l’atteso appuntamento alle Semirurali ed invita tutto il pubblico il 25 luglio alle 20.30, a riempire l’Auditorium di via Dante per uno dei concerti sinfonici più entusiasmanti della stagione.
Ci sono tutti gli ingredienti per un concerto di gala memorabile. Al centro del programma la Sinfonia in Do Maggiore di Franz Schubert detta anche “La Grande”. Quest’opera è l’ultima sinfonia completa del compositore austriaco, morto in giovanissima età nel 1828, ed una delle ultime opere in assoluto a cui lavorò. Il povero Schubert non ebbe fortuna in vita, e questa partitura come molte altre fu ampiamente sottovalutata. Solo dieci anni dopo la sua morte tornò alla luce tra le carte del compositore; il fratello Ferdinand la mostrò a Robert Schumann, in visita a Vienna nel 1838, il quale di ritorno a Lipsia ne organizzò nel 1839 la prima vera esecuzione, sotto la direzione di un altro celebre compositore, Felix Mendelssohn. Tutt’oggi questa sinfonia, “grandiosa” nella forma e nelle dimensioni, è considerata un caposaldo della musica classica, in un delicato momento di passaggio dal classicismo al romanticismo che questa triade di compositori – Schubert, Mendelssohn e Schumann – perfettamente incarnano.
A dirigere l’Orchestra dell’Accademia Gustav Mahler sarà Marc Minkowski, per la prima volta ospite del Festival. È una grande opportunità per il pubblico bolzanino assistere ad una performance di una personalità del calibro di Minkowski, già celebre negli anni ’80 per aver fondato i “Les Musiciens du Louvre”, ensemble che si gettò a capofitto nell’esecuzione e riscoperta del repertorio barocco francese, in particolare quello operistico. La maggior parte delle registrazioni di Minkowski sono edite da Deutsche Grammophone, ma anche da EMI e Virgin classics, e tra le sue collaborazioni più assidue figurano quelle con la Mahler Chamber Orchestra, i Berliner Philharmoniker, l’Orchestre de Paris e la Los Angeles Philharmonic solo per citarne alcune.

CONCERTI DI MUSICA DA CAMERA
Un appuntamento sempre molto amato dal pubblico bolzanino sono i concerti di musica da camera, ad ingresso gratuito, che si terranno presso la Sala Congressi dell’Ospedale di Bolzano (28.07 – ore 17.00), la Residenza Mariaheim di via Novacella (29.07 – ore 20.30), a Palazzo Mercantile (30.07 e 31.07 – ore 18.00), e per concludere al Centro Interculturale Mafalda (01.08 – ore 11.00) e che vedranno eseguiti veri capolavori come il Quartetto per archi D 810 “La morte e la fanciulla”, il celebre Ottetto D 803, il Quintetto per pianoforte “La Trota” D 677 e molti altri.
Il concerto in ospedale sarà realizzato in collaborazione con l’associazione “Donatori di musica”, mentre invece alla Residenza Mariaheim si rinnoverà la collaborazione con i piccoli musicisti del “Progetto Suzuki Bolzano” di Ilaria Miori.

25.07 20.30 h Auditorium
CONCERTO INAUGURALE
Orchestra dell’Accademia Gustav Mahler
MARC MINKOWSKI – direzione

MUSICA DA CAMERA
28.07 17.00 h – Sala Congressi Ospedale di Bolzano
29.07 20.30 h – Residenza Maria Heim
30.07 18.00 h – Palazzo Mercantile
31.07 18.00 h – Palazzo Marcantile
01.08 11.00 h – Centro Interculturale Mafalda

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com