Politica Ultime Notizie

Bolzano. Il punto sui piccoli e grandi interventi per migliorare la viabilità cittadina

30 Luglio 2019

author:

Bolzano. Il punto sui piccoli e grandi interventi per migliorare la viabilità cittadina

In riferimento alle osservazioni di Assoimprenditori sulle proposte iinserite nel Piano Urbano della Mobilità Sostenibile del Comune di Bolzano, il Sindaco Renzo Caramaschi rispetto alle grandi opere viarie, sottolinea innanzitutto che l’ipotesi di spostamento in galleria del tratto cittadino dell’A22 è stata approvata dal CIPE (Comitato Interministeriale per la Programmazione Economica) ed inserita nel piano industriale di A22. “Tutto dipende ora dalla firma della concessione per l’A22 – chiarisce il primo cittadino- i cui ritardi sono attribuibili esclusivamente alle incertezze del Ministro delle Insfratrutture Toninelli”.

In merito invece alle considerazioni di Assoimprenditori secondo le quali “Bolzano avrebbe bisogno di soluzioni in tempi ragionevoli e che quindi la realizzazione di una circonvallazione attraverso una variante alla statale12 con priorità per il tratto in galleria sotto il Colle andrebbe reinserita nel Piano Urbano della Mobilità in considerazione del suo già avanzato stato di progettazione”, il Sindaco sottolinea che quest’ultima considerazione non corrisponde assolutamente al vero, in quanto su quest’opera, esiste solo uno studio preliminare di prefattibilità e null’altro. “I costi di realizzazione della variante alla statale 12, -ricorda ancora Carmaschi- circa 350 milioni di Euro, ricadrebbero per intero a carico della Provincia, mentre l’A22 in galleria (costo stimato 500-550 milioni di Euro) sarebbe totalmente a carico dell’A22”.

Il Sindaco ricorda poi che tra le altre attese, grandi opere viarie, la Provincia provvederà alla realizzazione a suo carico (costo 65 milioni di Euro) della galleria di Monte Tondo per il traffico da e verso Sarentino/S.Genesio.
Sono invece in fase di realizzazione il completamento dell’asse di via Druso con le corsie preferenziali per il metrobus, la quarta corsia per l’accesso al Twenty in via Galilei con i lavori prossimi alla conclusione e l’allargamento di via Siemens con interramento della linea dell’alta tensione i cui lavori termineranno entro il corrente anno.
Sempre nel breve e medio periodo Comune di Bolzano e Provincia stanno lavorando su vari fronti per migliorare la viabilità cittadina e per dare comunque una risposta con tempi e costi certi e sostenibili per le due amministrazioni. Tra gli interventi inseriti nella cosiddetta “Agenda Bolzano” sottoscritta d’intesa con la Provincia la scorso autunno, il Sindaco ricorda in particolare il potenziamento di via Einstein (con costo a carico della Provincia) dall’imbocco della galleria di San Giacomo, allo svincolo A22 Bolzano Sud e Mebo.”Si tratta del potenziamento dell’ asse est-ovest a Bolzano Sud per meglio distribuire il traffico dalla Bassa Atesina verso la Mebo, A22, zona produttiva e, con il collegamento grazie al nuovo ponte sull’ Isarco, anche con il quartiere Casanova e con via Resia”. La progettazione dei lavori per il lotto da via Galvani fino alla rotonda di via Keplero è già in avanzata fase di elaborazione. Inizio lavori previsto nel 2021.

A22 ha avviato la progettazione per allargare l’accesso dalla rotonda di via Keplero al casello A22 raddoppiando le corsie di immissione per decongestionare la stessa via Einstein. Comune di Bolzano e Provincia stanno inoltre lavorando anche alla definizione di tempi e costi per il nuovo sottopasso di via Grandi e ponte Roma e per creare nel medio periodo (6-7 anni), il nuovo collegamento viario tra Bolzano Sud e la zona Centro-Piani attraverso le rifunzionalizzazione della galleria del Virgolo e di viale Trento (una volta spostata la ferrovia in galleria), con contestuale potenziamento di via Innsbruck in direzione nord-sud.
Tale programma prevede anche la ridefinizione dell’assetto viario lungo via Buozzi-via Pacinotti, via Galilei con inserimento di un nuovo metrobus che colleghi (Laives) Bolzano Sud con via Roma ed il centro storico e fornire così un ulteriore servizio di trasporto per chi opera o lavora in zona produttiva (circa 15.000 persone). Con la Fiera si sta anche elaborando il concetto di potenziamento del parcheggio per offrire un ulteriore opportunità di interscambio auto/treno/bus e futuro metrobus.

“Le soluzioni d’intervento viabilistico costituiscono opere dai costi rilevanti e dalle procedure assai complesse” conclude Caramaschi. “Questo quanto in programma e quanto l’amministrazione comunale intende realizzare nel rispetto, se non, per quanto possibile, nell’anticipo dei tempi dati e previsti”.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com