Cultura & Società Ultime Notizie

Alto Adige. Terziarie, per la prima volta eletta Superiora una suora africana

31 Luglio 2019

author:

Alto Adige. Terziarie, per la prima volta eletta Superiora una suora africana

Il vescovo Ivo Muser ha presieduto oggi a Bressanone la celebrazione per l‘anniversario della morte di Maria Hueber, fondatrice delle suore terziarie, di cui è in corso il processo di beatificazione. Riunito anche il Capitolo generale della congregazione, che ha eletto la nuova Superiora: per la prima volta in 320 anni è una suora africana. 

Nell’anniversario della morte della brissinese Maria Hueber, fondatrice della Congregazione delle suore terziarie di San Francesco, il vescovo Ivo Muser ha presieduto oggi (31 luglio) la celebrazione nella chiesa dei francescani a Bressanone assieme al postulatore generale dell’Ordine dei frati minori, Giovanni Giuseppe Califano. Come noto, il 19 marzo scorso papa Francesco ha autorizzato la promulgazione del decreto sulle virtù eroiche della Serva di Dio Maria Hueber, che è stata quindi proclamata venerabile. Oggi a Bressanone le suore terziare hanno festeggiato anche questo riconoscimento. Il postulatore Califano ha letto il decreto papale. Per completare la causa di beatificazione, avviata nel 1996, va ora accertato un miracolo ottenuto per sua intercessione.

Nella sua omelia il vescovo Muser ha riflettuto tra l‘altro sul significato della vocazione: “Significa essere pronti a seguire il Vangelo non solo in determinate occasioni, ma in ogni momento. Significa aprire a Dio tutti gli ambiti della propria vita e lasciare che Gesù sia presente ovunque: nel lavoro e nel tempo libero, nelle ore liete e in quelle difficili, nelle decisioni importanti da prendere e nelle relazioni vissute.“
Monsignor Muser si è poi soffermato sul ruolo degli ordini religiosi: “La vita consacrata ha una dimensione profetica per la nostra Chiesa: è chiamata a scuoterci quando siamo sonnacchiosi o quando ci nascondiamo dietro a pretesti escogitati da noi stessi. I religiosi e le religiose devono essere un pungolo nella vita della Chiesa, e attraverso la Chiesa nella nostra società.“ Infine il vescovo ha ringraziato le suore terziarie per il loro prezioso servizio sull’esempio di Maria Hueber: “Questo legame con Gesù Cristo resta un segno distintivo delle suore terziarie, tanto più importante nel nostro tempo.“ L’appuntamento si è concluso con un rinfresco nel giardino del convento.

In queste settimane si è tenuto a Bressanone anche il Capitolo generale delle suore terziarie, che ha riunito consorelle da tre continenti (delegazioni da Camerun, Bolivia, Tirolo e Alto Adige) per eleggere il governo generale per i prossimi 6 anni. La nuova Superiora generale è Sr. Theodosia Baki del Camerun: per la prima volta nei suoi 320 anni di storia, la congregazione con circa 500 terziarie è presieduta da una suora africana. Vicaria generale è stata eletta Sr. M. Paula Unterkalmsteiner, originaria della val Sarentina. Per Sr. Paula è il secondo mandato nel governo generale, dove finora era consigliera. Consigliere generali sono state elette: Sr. Alphonsa Kiven del Camerun, Sr. Lucia Ribera della Bolivia e Sr. Cäcilia Oberhammer di Bressanone.

Maria Hueber
Decisa a fondare una comunità per l’educazione e la formazione delle giovani, Maria Hueber (1653-1705) riuscì a realizzare una scuola per ragazze a Bressanone, in via Roncato. Il 23 gennaio del 1700 pronunciò la professione solenne con voti perpetui. Il suo passo fu seguito da altre donne e fu così fondata la Congregazione delle suore terziarie di San Francesco. Maria Hueber morì a Bressanone a 53 anni, il 31 luglio 1705.

Foto, Bressanone.  

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com