Cultura & Società Ultime Notizie

Il Giro delle Dolomiti come fattore economico

13 Giugno 2019

author:

Il Giro delle Dolomiti come fattore economico

Da oltre quattro decenni il Giro delle Dolomiti affascina ciclisti di tutto il mondo. Ma il rinomato giro ciclistico, che per tradizione si svolge l’ultima settimana di luglio, è molto di più: una vetrina in cui l’Alto Adige si mette in mostra con un alto ritorno economico.

Al giro dell’Alto Adige sui passi dolomitici più belli, che si svolge dal 21 al 27 luglio, parteciperanno 600 ciclisti di oltre 30 nazioni diverse. La maggior parte, ossia oltre l’80 percento, affronterà tutte le sei tappe previste. E circa lo stesso numero di concorrenti porterà con sé almeno un accompagnatore. “Molti ciclisti del Giro collegano la partecipazione a una vacanza, per cui portano con sé tutta la famiglia. Abbiamo calcolato che il Giro delle Dolomiti genera circa 6000 pernottamenti. La permanenza media è superiore al numero medio di pernottamenti nel turismo a livello provinciale. Il valore creato dalla nostra corsa ammonta a circa 1,3 milioni di Euro. Sotto questo punto di vista siamo certamente uno dei maggiori eventi sportivi in Alto Adige, e con un raggio d’azione globale”, illustra il presidente del comitato organizzatore Simon Kofler.

Anche il fatto che al Giro delle Dolomiti partecipi un numero sempre crescente di donne è molto positivo. “Se all’inizio degli Anni Settanta erano poche, oggi la quota femminile ammonta al 15 percento. Nell’ambito delle nostre possibilità ci impegniamo a soddisfare le esigenze delle cicliste. Ad esempio quest’anno, per la prima volta, lungo il tracciato collocheremo delle toilette mobili per le concorrenti. Inoltre, abbiamo in serbo altre sorprese: il Giro delle Dolomiti, infatti, non è solo competizione bensì una serie di emozioni indimenticabili”, aggiunge Kofler.

Le iscrizioni procedono a pieno ritmo

A circa un mese e mezzo dal via della 43ª edizione del leggendario evento ciclistico altoatesino si sono iscritti già 480 concorrenti. È stato quindi assegnato l’80 percento dei posti disponibili. “È un ottimo risultato, ben superiore alle cifre degli scorsi anni nello stesso periodo. Per esperienza sappiamo che nelle ultime settimane prima del Giro si registrano ancora numerosi ciclisti, soprattutto di altoatesini”, commenta Luca Gransinigh, vicepresidente del Giro delle Dolomiti.

Altro motivo di orgoglio per gli organizzatori è di poter vantare, tra gli iscritti, molti concorrenti d’oltremare provenienti da Colombia, Australia, USA, India e, per la prima volta, da Messico e Perù. “L’età media tra gli uomini è di 47 anni, nelle donne leggermente più bassa”, riferisce Gransinigh.

Tappa inaugurale del Giro delle Dolomiti domenica 21 luglio

Il via alla 43ª edizione del Giro delle Dolomiti è previsto domenica 21 luglio. Complessivamente, il Giro delle Dolomiti di quest’anno si snoda su un itinerario di oltre 650 chilometri con più di 10.100 metri di dislivello. L’evento si conclude sabato 27 luglio con la cronosquadre.

È possibile iscriversi alla gara sul sito internet del Giro delle Dolomiti www.girodolomiti.com.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com