Cronaca Ultime Notizie

Forme alternative per la risoluzione di conflitti: Giornata della mediazione in Alto Adige

20 Giugno 2019

author:

Forme alternative per la risoluzione di conflitti: Giornata della mediazione in Alto Adige

Lunedì 17 giugno si è svolta presso la Camera di commercio di Bolzano la Giornata della mediazione, giunta alla sua terza edizione. L’evento è stato organizzato dalla Camera di commercio di Bolzano in collaborazione con l’Ordine degli Avvocati di Bolzano e il supporto dell’associazione Medianda della ÖBM, l’associazione federale austriaca per la mediazione, per informare gratuitamente i cittadini sulla mediazione organizzativa e le sue possibilità di utilizzo nelle imprese.
“La mediazione nasce da una nuova cultura del conflitto, il cui scopo è garantire a entrambe le parti di trarne vantaggi e di ridurre i danni. La definizione di una soluzione condivisa permette inoltre di salvaguardare lunghi rapporti commerciali e umani”, spiega il Presidente della Camera di commercio Michl Ebner.
L’obiettivo principale della mediazione è trovare una soluzione stragiudiziale a un conflitto sulla base di elementi costruttivi e obiettivi. Contrariamente a quanto succede nella mediazione economica, la mediazione organizzativa si svolge all’interno della stessa impresa. In un’azienda possono nascere tensioni per i più svariati motivi: conflitti tra generazioni, nuove assunzioni, pensionamenti, burn-out dei collaboratori e collaboratrici, conflitti tra dipendenti e datori di lavoro. La mediazione affidata a terzi permette quindi di ristabilire il dialogo e di gestire meglio l’impresa.
Nel corso della manifestazione i relatori e le relatrici hanno illustrato le proprie esperienze in materia di mediazione organizzativa esponendo alcuni esempi pratici. Thomas Robrecht, socio della società di consulenza SOKRATeam di Freystadt (D) nonché mediatore e formatore per l’Associazione Nazionale per la Mediazione in Germania, ha tenuto un discorso sulla “Mediazione orientata ai risultati: una soluzione in tempi brevi”.
Nícola Neuvians, professoressa di economia aziendale – organizzazione, management e gestione aziendale presso il Politecnico di Dresda (D), è intervenuta sulla mediazione come sistema applicato nelle imprese a conduzione famigliare. “La mediazione fa risparmiare tempo, denaro e dissapori. Coinvolgere un mediatore organizzativo alleggerisce il lavoro dei dirigenti nella risoluzione del conflitto e offre conclusioni sostenibili. Queste, poi, non vengono imposte da un giudice perché le parti interessate raggiungono il consenso (e non solo un compromesso). Inoltre, si sviluppa la consapevolezza delle dinamiche che possono influenzare l’impresa in generale”, commenta Nícola Neuvians a proposito dei vantaggi della mediazione aziendale.
L’ultimo relatore dell’evento, Paolo Zaramella, CMC-Certified Management Consultant presso l’APCO-Associazione Professionale Italiana di Consulenti di Management di Vicenza, ha parlato di opportunità e rischi dei conflitti generazionali e di una successione aziendale di successo.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com