Cronaca Ultime Notizie

Certificato medico, come risparmiare sui costi

20 Giugno 2019

author:

Certificato medico, come risparmiare sui costi

Per molti cittadini altoatesini il pagamento delle spese mediche è all’ordine del giorno. Sono soprattutto le persone affette da una malattia cronica, una disabilità congenita o acquisita che devono affrontare un grande onere finanziario. Per aiutare gli oltre 5.000 altoatesini che ogni anno presentano una domanda d’invalidità civile, l’Associazione Invalidi Civili (ANMIC Alto Adige) spiega come evitare spese mediche aggiuntive. 

Sono migliaia gli altoatesini che ogni anno si rivolgono a una delle 6 commissioni mediche del paese per farsi riconoscere il loro grado d’invalidità. Per essere ufficialmente riconosciuto come invalido civile, il richiedente deve avere una riduzione della capacità lavorativa generica pari almeno del 34%. Oltre al colloquio personale, la Commissione medica basa la sua valutazione principalmente sulle informazioni contenute nei certificati medici. Affinché la valutazione dei medici sia corretta e appropriata, il certificato medico deve contenere una documentazione dettagliata di tutte le patologie. Questo certificato medico può essere rilasciato dal medico di medicina generale (medico di famiglia) o dallo specialista.

“Contrariamente a molte ipotesi, dopo aver consultato uno specialista, non è necessario andare dal medico di famiglia per ottenere il certificato medico. Secondo il decreto del ministero del 12 gennaio 2017, ogni specialista privato e ogni medico dell’azienda sanitaria è tenuto a rilasciare gratuitamente tale certificato”, spiega Thomas Aichner, Presidente ANMIC Alto Adige. “Tuttavia, è consigliabile che il medico di famiglia rilasci un certificato medico nel caso al paziente vengano diagnosticate diverse patologie o se non è necessaria una visita da uno specialista. Come libero professionista, il medico di famiglia può richiedere un compenso dai 50 euro agli oltre 100 euro per il rilascio del certificato medico, ma tali costi sono notevolmente inferiori a quelli che si sosterrebbero nel caso venissero consultati più specialisti”, afferma Thomas Aichner.

A differenza delle prestazioni mediche a pagamento, che devono essere esposte nella sala d’attesa del medico di famiglia, per le prestazioni gratuite non esiste una tale regolamentazione. È inoltre importante tener conto che il medico di famiglia deve effettuare visite domiciliari gratuite a pazienti che non sono in grado di visitare lo studio medico a causa di barriere architettoniche. Un ulteriore servizio gratuito è la visita di pazienti gravemente malati sotto forma di un’assistenza domiciliare integrata. Tutti i medici di famiglia altoatesini sono disponibili telefonicamente dal lunedì al venerdì dalle ore 08:00 alle ore 20:00 (nei giorni festivi dalle ore 08:00 alle ore 10:00).

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com