Cronaca Cultura & Società

Bolzano. Riqualificare lo spazio urbano considerando la qualità architettonica dei progetti

10 Maggio 2019

author:

Bolzano. Riqualificare lo spazio urbano considerando la qualità architettonica dei progetti

Lo spazio pubblico delle città è sempre più oggetto di particolari interessi sociali, commerciali, di spettacolo, di rappresentanza, ambientali e molto altro ancora. Un luogo di incontro e piattaforma interdisciplinare per la vita dei cittadini. Riqualificare lo spazio pubblico non può prescindere dalla partecipazione e dalla qualità funzionale ed architettonica dei progetti. Il convegno promosso giovedì 9 maggio in Sala di Rappresentanza del Comune dall’Assessorato all’Ambiente, Mobilità e da INU Alto Adige ha offerto un’approfondita riflessione sull’opportunità di sensibilizzare amministratori, progettisti e cittadini al valore dello spazio pubblico promuovendone la riqualificazione attraverso differenti metodologie.

In particolare il simposio ha evidenziato la qualità delle città storiche attraverso un percorso accompagnato e illustrato dall’ arch. Oswald Zoeggeler con esempi della Roma antica, di Pompei e passando per città come Atene, Barcellona, Parigi e infine anche Bolzano medioevale. “Il mosaico di volumi e di vuoti sono la vera qualità, non le singole architetture. Le città sono un libro della memoria della nostra storia e dovremmo continuare a scriverne alcune pagine, avere fiducia nel futuro.

Sono stati poi descritti da parte degli arch. Rosita Izzo e Paolo Bellenzier due percorsi a Bolzano, rispettivamente, la progettazione partecipata di piazza San Vigilio e quella altrettanto partecipata attraverso il concorso di progettazione, di piazza Matteotti evidenziando la necessità di creare centri di interesse policentrici per dare qualità alle periferie e ai singoli quartieri.

Infine la presidente dell’INU, l’Istituto Nazionale di Urbanistica, l’arch. Silvia Viviani, ha proposto una riflessione sulla tema del tempo, oggi più che mai necessario per poter discutere, studiare e formarsi. “La città é urbanità e come tale deve avere delle regole e pretendere il loro rispetto” ha detto. Infine tornando allo spazio pubblico ha evidenziato l’importanza di non progettare gli spazi in modo finito, ma di mantenere modificabili e dunque flessibili gli spazi alle generazioni future.

Al convegno ha portato il suo saluto anche  il Sindaco i che ha evidenziato la necessità di progettare in maniera inclusiva e cioè per tutti, in particolare per le persone anziane che a Bolzano rappresentano una percentuale particolarmente significativa. L’Assessora comunale all’Ambiente ha invece parlato di qualità estetica degli spazi e della loro sicurezza.

Foto, Convegno Riqualificazione spazio urbano

 

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com