Sport Sport Ultime Notizie

Bolzano capitale del fair play

27 Maggio 2019

author:

Bolzano capitale del fair play

Chiamato a raccolta il mondo dello sport cittadino per promuovere correttezza e lealtà sportiva. 

Stato maggiore dello sport altoatesino chiamato a raccolta stamane in municipio a Bolzano per la presentazione del progetto: “Bolzano. capitale del Fair Play”. Per il promotore, l’Assessore allo Sport Angelo Gennaccaro, l’intento del Comune è chiaro e allo stesso tempo ambizioso: coinvolgere tutti i protagonisti dello sport (federazioni, associazioni, dirigenti, tecnici, atleti, genitori) nel promuovere e valorizzare la correttezza e la lealtà sportiva a prescindere dal risultato agonistico. Come? Attraverso ad esempio l’elaborazione di una “Carta Etica dello Sport” da scrivere e condividere congiuntamente o premiando nell’erogazione dei contributi comunali per l’attività ordinaria e straordinaria, quelle associazioni o quelle realtà che dimostrano particolare attenzione e sensibilità al tema del Fair Play.
“Quello di stamane vuole essere l’inizio di un percorso condiviso e la presenza a questo tavolo di tanti dirigenti e rappresentanti delle varie federazioni non può che essere considerato un segnale più che incoraggiante” ha detto l’Ass. Gennaccaro. Tra i presenti anche gli esponenti dell’associazione La Strada che con il progetto Excelsior hanno fatto del Fair Play l’elemento qualificante di un’idea vincente per una squadra sul campo sempre (o quasi) perdente.

A proposito di fair play, nel corso dell’incontro in municipio sono stati presentati due appuntamenti: una conferenza/dibattito sul ruolo degli adulti che ruotano intorno al mondo dello sport in programma mercoledì 29 maggio alle ore 18.00 nell’auditorium delle scuole Langer in piazza Montessori al Firmian dal titolo: “Adulti in campo” e la partecipazione di psicologi e medici dello sport e sabato 1 giugno sui campi Bozner FC sul Talvera il “Fair Play Day” con torneo per baby calciatori (Coppa dei Valori) e nel pomeriggio “Fair Play Cup” triangolare riservato alle squadre più corrette del calcio dilettantistico locale.
Nel suo intervento introduttivo, l’Ass. Angelo Gennaccaro ha ricordato che: “Posto che lo sport rappresenta uno strumento fondamentale per lo sviluppo dei valori della società moderna, l’Assessorato ai Giovani e allo Sport del Comune di Bolzano intende contribuire in maniera attiva al sostegno e alla crescita delle nuove generazioni. Riconoscere i valori di correttezza e lealtà insiti nel concetto di sport ha un effetto positivo e preventivo sulla vita quotidiana perché forma cittadini più sensibili e attenti ai temi della solidarietà, delle ingiustizie e disuguaglianze sociali. La Città di Bolzano intende pertanto avviare un percorso condiviso al fine di rilanciare il ruolo centrale del Fair Play, che evoca l’idea di giustizia e di equità, in tutti gli ambiti del mondo sportivo”.

Gennaccaro ha sottolineato che: “L’obiettivo dell’iniziativa è quello di riconoscere allo sport un’importanza che vada al di la della prestazione fisica, contemplando anche la dimensione etica, valoriale e relazionale. Il Fair Play riguarda infatti tutti gli atleti, ma anche tutte le componenti del mondo che li circonda (dirigenti, tecnici, medici, ufficiali di gara, spettatori e genitori). Il Fair Play deve tornare ad essere l’anima dello sport, l’elemento che fa di una gara una “bella” gara, la regola non scritta che parla di sportività indipendentemente dalla rilevanza dell’avvenimento. Partendo dal presupposto che vivere uno sport significa avere un’occasione per interagire socialmente, divertirsi e raggiungere un buono stato di salute, vivere uno sport in un clima di lealtà e rispetto della persona diventa l’obiettivo dell’azione promossa dall’Amministrazione comunale”.

Attraverso il coinvolgimento di chi lo sport lo vive quotidianamente e la formulazione di linee guida per la diffusione di buone pratiche dentro e fuori il campo da gioco, si vuole restituire allo sport e alla sua pratica un’importanza che vada oltre il risultato agonistico, affinché ogni incontro sportivo diventi per tutte le parti coinvolte – atleta, allenatore, arbitro o spettatore – una sorta di festa, un’occasione di crescita dove ognuno si possa sentire a suo agio.

“Lo sport dovrebbe essere vissuto senza la negatività e l’ansia per il risultato ad ogni costo, per la continua ricerca di successo e approvazione, per l’agonismo e l’antagonismo esasperati. Fair Play – ha detto Gennaccaro – diventa in tale accezione un modo di pensare ancor prima che un modo di comportarsi. Diffondere a tutti i livelli attraverso azioni sistematiche valori morali e culturali nonché una concezione di sport ispirato al Fair Play è lo scopo di questo percorso”.

Questa azione strategica dell’amministrazione, per riuscire a coinvolgere i diversi attori e diffondere sul territorio abitudini e consuetudini legate al concetto di sportività, si muoverà su sei assi portanti.

Valorizzazione e sostegno
Obiettivo è la valorizzazione di tutte quelle realtà e quelle iniziative che già si muovono con questo spirito. Si lavorerà ad un concorso di idee per la realizzazione di un logo che identificherà società sportive, associazioni, eventi e iniziative che si faranno promotori di valori condivisi.

Promozione di buone pratiche legate al Fair Play
Obiettivo sarà la stesura di un manifesto di regole di comportamento che sia garanzia di qualità oltre che di rispetto delle norme in grado di qualificare le associazioni che si stanno impegnando in questo percorso di cambiamento e promozione di atteggiamenti positivi.

Formazione
Partendo dalle federazioni sportive sarà necessario coinvolgere quante più società possibili, proponendo percorsi di sensibilizzazione sul tema del Fair Play e promuovendo una formazione specifica per dirigenti e allenatori.
Condivisione e lavoro di rete
Obiettivo è la diffusione a tutti i livelli di principi e valori condivisi nonché la creazione di una rete cittadina di realtà sportive che si riconoscano nella cultura del Fair Play e la alimentino con varie iniziative sportive e culturali, in collaborazione con l’amministrazione comunale.

Riconoscimento
Verrà messo a punto un sistema di certificazione per le associazioni sportive già attive in tale ambito o che dimostreranno di aderire ai principi del Fair Play, diventando ambasciatori di una pratica sportiva sana ispirata al rispetto ancor prima che al successo. In fase di determinazione dei criteri di finanziamento delle associazioni sportive sarà prevista una valorizzazione di quei soggetti che maggiormente si sono impegnati per la creazione di una cultura del Fair Play come modello di comportamento;

Sensibilizzazione
Obiettivo è la sensibilizzazione della popolazione attraverso momenti pubblici di confronto e interventi nelle scuole. Verranno proposte una serie di iniziative di carattere formativo e divulgativo volte a sensibilizzare la cittadinanza e le associazioni sportive sulla complessa tematica legata alla lealtà sportiva e saranno organizzati eventi aperti alla cittadinanza durante i quali verranno valorizzati i soggetti che durante l’anno si sono distinti per gesti e iniziative di cultura sportiva; saranno inoltre organizzati incontri nelle scuole nei quali personalità del mondo dello sport potranno portare la loro testimonianza.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com