Politica Ultime Notizie

Assegno divorzio. Unterberger – “Senato approvi presto il testo della Camera”

15 Maggio 2019

Autore:

Assegno divorzio. Unterberger – “Senato approvi presto il testo della Camera”

“Bene l’approvazione in prima lettura da parte della Camera della legge sull’assegno di divorzio che, sulla scia di quanto stabilito dalle sezioni unite della Corte di Cassazione a luglio 2018, introduce criteri equi, a tutela di entrambe le parti.”
Così in una nota la senatrice della SVP Julia Unterberger.
“A inizio legislatura – continua Julia Unterberger – anch’io avevo presentato in Senato un disegno di legge per mettere ordine su una materia che stava conoscendo pronunce oscillanti e contrastanti tra loro.
Le incertezze sono cominciate nel 2017 quando, con la famosa sentenza Grilli, si era sancito il superamento del criterio del mantenimento del tenore di vita, affermando che l’assegno all’ex coniuge doveva essere concesso solo nei casi di non autosufficienza del richiedente.
Ne sono derivate una serie di sentenze inique e contrastanti tra loro, in cui spesso non si prendeva in considerazione il contributo di ciascun coniuge alla crescita del progetto familiare o il fatto che uno dei due partner avesse rinunciato al lavoro per dedicarsi alla crescita dei figli.
A luglio 2018 c’è stata la sentenza delle sezioni unite della Cassazione che ha fatto chiarezza, stabilendo criteri legati al contributo di ciascuno per la famiglia.
Con il testo approvato in prima lettura dalla Camera, in aggiunta alla disparità economica tra le parti, verrà tenuto conto della durata del matrimonio, del contributo che il coniuge richiedente ha dato alla carriera e al patrimonio dell’altro, dell’età e dello stato di salute, dell’impegno nella cura dei figli minori o disabili, delle potenzialità di reddito future del coniuge richiedente.
È un provvedimento di buon senso, che rafforza quanto aveva stabilito la Corte di Cassazione, e che offre ai giudici tutti gli strumenti per una valutazione della particolarità di ogni caso.
Bene anche che la sua approvazione sia avvenuta con un voto quasi unanime da parte della Camera. Adesso si proceda speditamente in Senato per far sì che diventi quanto prima legge.”

Foto, Julia Unterberger.  

 

 

 

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *