Cronaca Ultime Notizie

Inaugurazione della nuova Cantina Bolzano: “un punto di riferimento per le generazioni future”

6 Aprile 2019

author:

Inaugurazione della nuova Cantina Bolzano: “un punto di riferimento per le generazioni future”

“I momenti più belli sono quelli che si possono condividere” e l’inaugurazione della nuova Cantina Bolzano nel quartiere di San Maurizio è stato proprio uno di questi momenti. Circa 500 invitati sono accorsi da ogni angolo della regione, tra loro anche molti personaggi illustri del mondo politico, economico e sociale dell’Alto Adige. Il nuovo sito produttivo, unico nel suo genere, rappresenta un punto di riferimento del vino per il capoluogo altoatesino e fa compiere a Cantina Bolzano un grande passo in avanti verso la qualità e la sostenibilità: Cantina Bolzano è infatti la prima Cantina Produttori certificata CasaClimaWine®. 

L’evento ha visto la partecipazione dell’Assessore all’Agricoltura e al Turismo Arnold Schuler, il quale ha elogiato lo straordinario sviluppo dell’economia del vino altoatesina nel corso degli ultimi decenni, un processo che ha visto una profonda trasformazione “dalla quantità alla qualità”. Schuler ha evidenziato come oggi i vini bianchi e rossi dell’Alto Adige godano di grande prestigio tra il pubblico specializzato a livello nazionale ed internazionale e ciò è dimostrato dagli innumerevoli riconoscimenti ottenuti. Egli ha inoltre descritto come esemplare l’impegno di Cantina Bolzano nella ricerca della massima qualità del vino che, grazie al nuovo edificio produttivo, ha compiuto un grande passo in avanti anche dal punto di vista della sostenibilità. “È questa la direzione che dobbiamo continuare a seguire in Alto Adige. Oggi, anche nel settore del vino, qualità significa produrre in modo sostenibile e rispettoso dell’ambiente”, afferma Schuler. Il membro del Parlamento europeo Herbert Dorfmann ha poi sottolineato l’alto valore dell’edificio a livello di immagine: “L’architettura esterna di una cantina rappresenta in parte anche la qualità del suo vino ed è estremamente importante per l’immagine del produttore stesso. La nuova Cantina Bolzano dimostra come si possa creare un’armonia tra la qualità del vino nel bicchiere e la qualità dell’architettura”, dice Dorfmann.
Quando Michael Bradlwarter, Presidente di Cantina Bolzano, ha parlato di un progetto che continuerà a risuonare per molto tempo, non stava affatto esagerando. La nuova struttura è una costruzione all’avanguardia e non soltanto per la regione: darà modo alle future generazioni di proseguire il lavoro dei loro predecessori. “Le due cantine di Gries e Santa Maddalena si sono riunite nel 2001 ma le sedi produttive sono rimaste separate fino al 2018. Nella nuova sede questa fusione è diventata realtà anche dal punto di vista spaziale: la produzione, l’amministrazione e l’enoteca sono ora riunite in un unico luogo”, afferma Bradlwarter. Oggi tutti i 224 soci viticoltori di Cantina Bolzano possono vivere in prima persona la “loro” cantina ed è proprio questo l’aspetto di cui Bradlwarter è orgoglioso: “Sono loro che ogni giorno lavorano nei vigneti con infinita passione, competenza e rispetto della natura, ponendo le basi per la produzione di vini inconfondibili e di grande qualità”, conclude il Presidente.
In “caduta libera” verso la massima qualità
La nuova Cantina Bolzano si trova alle porte della città nel quartiere di San Maurizio. La sua forma allungata è stata concepita per integrarsi perfettamente nel paesaggio circostante pur mantenendo alcuni elementi architettonici a vista. “Dall’esterno è visibile solamente l’edificio che ospita la parte amministrativa, un prisma la cui facciata è avvolta da una lamiera traforata di alluminio color bronzo che ricorda una foglia di vite ed è di grande impatto visivo. Nel pendio dietro il prisma è stato piantato un vigneto con varietà resistenti (Piwi), al di sotto del quale si sviluppano i diversi piani interrati della cantina e dove il punto più alto raggiunge i 31 metri d’altezza” spiega Bradlwarter.
Il cuore pulsante della nuova Cantina è la produzione, che avviene in “verticale” dall’alto verso il basso e nel modo più delicato possibile: le uve vengono infatti conferite nel punto più alto della struttura e, grazie alla forza di gravità, scendono delicatamente “a caduta libera” passo dopo passo, fino a raggiungere i locali di affinamento e stoccaggio. “Un altro vantaggio importante è la divisione sistematica della produzione: utilizzando diversi contenitori e serbatoi, possiamo separare e lavorare al meglio le diverse varietà e le uve provenienti dai vari appezzamenti, in modo tale da dare piena espressione alle caratteristiche di tutte le uve”, afferma l’enologo Stephan Filippi. “Il risultato di questo nuovo metodo produttivo si declinerà in un aumento della qualità in tutte le nostre linee”, conclude Filippi.

La prima Cantina Produttori d’Italia certificata CasaClima Wine®
Oltre alla straordinaria architettura e alla lavorazione per gravità delle uve, la nuova Cantina Bolzano ha un altro punto di forza unico nel suo genere: è stata costruita seguendo i rigorosi standard CasaClima ed è l’unica Cantina Produttori in Italia ad aver ottenuto la certificazione CasaClima Wine®. Ciò significa che la cantina si impegna quotidianamente per utilizzare le risorse naturali in maniera sostenibile. Per esempio, nel sito produttivo viene utilizzata la temperatura stabile del terreno del pendio per raffreddare gli spazi sotterranei in modo naturale. In questo modo c’è un notevole risparmio energetico e si salvaguarda l’ambiente.

Sono aperte le degustazioni e visite guidate
Coloro che desiderano degustare i primi vini realizzati completamente nella sede di San Maurizio possono già farlo: “Su richiesta offriamo a piccoli gruppi di persone una visita guidata nella nuova cantina con degustazione finale. Inoltre nel nostro punto vendita Vinarius è possibile trovare tutti i vini della nostra produzione. Il negozio è aperto tutti i giorni, dal lunedì al sabato”, conclude il Direttore di Cantina Bolzano, Klaus Sparer.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *