Cultura & Società Ultime Notizie

Il reddito di base incondizionato | La rivoluzione che ci attende – convegno a Merano

29 Aprile 2019

author:

Il reddito di base incondizionato | La rivoluzione che ci attende – convegno a Merano

Non si può prescindere dal reddito di base incondizionato, soprattutto quando si parla di futuro. All’interno del dibattito sia scientifico che pubblico si fa sempre più concreta l’idea di garantire un reddito di esistenza a tutte le cittadine e a tutti i cittadini in maniera incondizionata.

In Svizzera l’iniziativa di legge popolare che ha portato nel 2016 al referendum sul reddito di base universale ha avuto il merito di vivacizzare il dibattito in tutta Europa. Con il 23,1% delle preferenze, la proposta è stata bocciata dalla maggioranza. Tuttavia dall’esperienza referendaria e all’interno del processo legislativo sono stati eleborati modelli più concreti a sostegno della fattibilità del reddito di base; questo significa che in un futuro immediato potrebbe esserci una nuova iniziativa di legge che fa ben sperare.

In Alto Adige il dibattito sul reddito di base incondizionato è in fermento grazie all’attività di persone impegnate e alla collaborazione diretta con con la Svizzera. L’idea di una conferenza in Alto Adige sul reddito incondizionato intende promuovere la consapevolezza di una politica sociale innovativa e accrescere l’informazione su questo tema.

Un gruppo di lavoro guidato da Sepp Kusstatscher, Marlene Messner e Markus Lobis ha ideato e realizzato questa prima edizione e ne curerà l’organizzazione.

Tra i partecipanti che hanno aderito all’iniziativa si possono contare relatori di fama nazionale ed internazionale, tra cui Sandro Gobetti e Andrea Fumagalli di BIN Italia, il professore di sociologia Sascha Liebermann, Werner Raetz, attivista ATTAC, e i coniugi Claudia e Dirk Haarmann che all’interno della loro missione pastorale e scientifica hanno seguito in Namibia il progetto del reddito di base „Bignam“. In conclusione verranno presentati i contributi di Sepp Kusstatscher e di Stefan Lausch di Iniziativa per più democrazia.

Sostenitori e sponsorizzatori del convegno meranese sono Schule des Wandels, Urania Meran, Zigori MEDIA e la rete per un reddito di base incondizionato bge@cusanus. Questo convegno si inserisce tra le iniziative di educazione politica promosse dalla Provincia Autonoma di Bolzano all’interno del progetto Cittadinanza Attiva.

Sepp Kusstatscher, politico, è stato presidente dell’ala dei lavoratori del partito della SVP.
Nella sesta legislatura, dal 2004 al 2009,membro del Parlamento europeo e della commissione per l’occupazione e gli affari sociali. È attivo nel movimento internazionale del reddito di base ed è considerato un difensore impegnato e convinto del reddito di base incondizionato.

Stefan Lausch è il portavoce di Iniziativa per più democrazia in Alto Adige, uno degli esperti più competenti in materia di democrazie diretta e partecipazione civica. Dal 1995 l’Iniziativa si è fatta conoscere per essere riuscita a lanciare 4 petizioni e ad indire un referendum in Alto Adige.

Sandro Gobetti è coordinatore di BIN – Basic Income Network Italia, ricercatore sociale, redattore della rivista specializzata Infoxoa e autore di articoli e contributi di ricerca sui modelli europei di welfare e work change. Dal 2005 al 2010 è stato responsabile dell’area di ricerca della Regione Lazio sul reddito garantito.

Andrea Fumagalli è professore ordinario di Economia presso l’Università di Pavia e co-fondatore della rivista “Altreragioni”. Dalle posizioni posizioni radicali e fuori dal mainstream scientifico, ha scritto numerosi articoli e libri sulle sfide centrali del mondo del lavoro, del bene comune e delle crisi del nostro sistema economico.
Fino al 2012 Vice Presidente di BIN Italia, Fumagalli è ora membro del Comitato Esecutivo di BIEN (Basic Income Earth Network).

Sascha Liebermann è sociologa e docente di sociologia presso l’Istituto di filosofica e di estetica, Dipartimento di Scienze della Formazione della scuola di alta formazione Alanus per le Arti e la Società ad Alfter vicino Bonn. Nel 2003 ha co-fondato l’iniziativa “Freiheit statt Vollbeschäftigung” (Libertà invece di piena occupazione) che promuove il dibattito pubblico sul reddito di base incondizionato. Tra i suoi libri e pubblicazioni citiamo “Aus dem Geist der Demokratie: Bedingungsloses Grundeinkommen” (dallo spirito della democrazia: reddito di base incondizionato), pubblicato da Humanities Online nel 2015.

Claudia e Dirk Haarmann sono pastori protestanti, teologi, economisti ed esperti in scienze sociali. Hanno contribuito allo sviluppo e alla supervisione del progetto BIGNAM, avviato dal vescovo protestante e attivista e teologo della liberazione EX-SWAPO Zephania Kameeta, nel villaggio di Otjivero in Namibia dal 2008. Attualemente i coniugi Haarmann lavorano in Svizzera.

Werner Rätz è co-fondatore di ATTAC Germania, attivista politico, autore di libri e redattore, particolarmente impegnato a favore dell’introduzione di un reddito di base incondizionato.
Il suo approccio al reddito è di tipo eco-sociale perché pone al centro la dignità umana.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com