Cronaca Sport Sport Ultime Notizie

Bolzano.Stadio Druso, lavori di ristrutturazione e raddoppiamento dei posti a sedere

15 Aprile 2019

Autore:

Bolzano.Stadio Druso, lavori di ristrutturazione e raddoppiamento dei posti a sedere

Sono stati presentati stamane i lavori di ristrutturazione dello Stadio Druso di Bolzano, Un intervento di riqualificazione e ampliamento dell’impianto per elevarlo agli standard della serie B calcistica italiana, con la capienza che passerà dagli attuali 3.000 a 5.500 posti a sedere. Oltre 15 milioni la spesa prevista Alla presenza del Sindaco Renzo Caramaschi, del Presidente della Provincia Arno Kompatscher, dell’Assessore comunale ai Lavori Pubblici Luis Walcher e di quello allo Sport Angelo Gennaccaro, nonché dei progettisti, dei tecnici del Comune incaricati e dei massimi rappresentanti dell’FC Alto Adige Sdtirol è stato spiegato che i presupposti per uno stadio del genere sono stati più volte modificati a causa di variazioni regolamentari nazionali ed internazionali (la più importante modifica è stata per la fase progettuale la riduzione della capacità minima degli spettatori per la serie B da 10.000 a 5.500), sicchè la fase progettuale e di approvazione è stata conclusa con la consegna del progetto nel dicembre 2017. A seguito del bando, i lavori sono stati assegnati alla ATI MAK Costruzioni srl/ Mader srl.
Nel corso della presentazione dei lavori è stato ricordato che nel 2013 venne bandito da parte del Comune di Bolzano un concorso internazionale per il servizio di progettazione, ristrutturazione e nuova costruzione dell’esistente stadio di calcio Druso. Il bando ha tenuto conto della decisione già allora presa, di spostare l’esistente impianto di atletica leggera presso il nuovo impianto di via S. Geltrude.
Per il Druso si è optato per un impianto senza corsie tra campo sportivo e le tribune che offrisse un’atmosfera più intima e vantaggi economici per i gestori grazie agli spazi differenziati risultanti. Lo stadio Druso, che si trova nel centro della città, è composto dalle tribune situate una di fronte all’altra “Zanvettor” e “Canazza”, che si distinguono caratteristicamente nettamente l’una dall’altra. La particolarità dell’imminente ristrutturazione è rappresentata dalla facciata monumentale della tribuna principale costruita negli anni ’30, sotto tutela delle belle arti, da mantenere e integrare  Al piano terra troveranno posto le sale per le conferenze stampa e le sale riunioni per gli stewarts e forze dell’ordine, vani amministrativi e zona cucina. Al secondo piano saranno collocati i vani business e per la videosorveglianza. Da evidenziare che l’intera ristrutturazione avrà luogo senza interrompere o compromettere l’attività sportiva corrente. Le lavorazioni avverranno in lotti funzionali differenti, garantendo nel contempo la fruibilità dello stadio per consentire la continuità dello svolgimento dei campionati.

Foto, posa della prima pietra

 

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *