Cronaca Ultime Notizie

Bolzano. Formazione, oltre 13mila ore per i commercialisti altoatesini

17 Aprile 2019

author:

Bolzano. Formazione, oltre 13mila ore per i commercialisti altoatesini

Bolzano. «La nostra professione sta cambiando ad una velocità che, fino a qualche tempo fa, non era nemmeno ipotizzabile. E sono certo che le nuove normative in arrivo ci vedranno protagonisti in ambiti sempre più qualificati». Le parole di Claudio Zago, presidente dell’Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Bolzano, durante l’assemblea generale ordinaria che si è tenuta a NOI Techpark martedì 16 aprile davanti a circa 280 iscritti, fotografano con precisione i confini, fortemente mutevoli, dentro i quali sono chiamati a muoversi i professionisti iscritti all’albo. Zago, alla prima uscita come guida della conferenza permanente dei presidenti degli Ordini delle Tre Venezie, ha sottolineato l’impegno costante nell’aggiornamento e formazione. «Con Koinè, la cooperativa che abbiamo in coabitazione con i Consulenti del lavoro, abbiamo organizzato 80 incontri, 8 percorsi master, per un totale di 13.285 ore di formazione fruite dai 3.200 partecipanti». Ampio anche l’impegno nell’organizzazione e accreditamento di eventi: 31 in totale.

LA PRESENZA SUL TERRITORIO

Durante l’assemblea, che è stata preceduta da un focus formativo sulle nuove regole relative all’antiriciclaggio, è stato approvato il bilancio consuntivo 2018, con i conti in regola. Ed è positivo anche il saldo fra nuove iscrizioni (28) e cancellazioni (15). In totale gli iscritti ad Odcec Bolzano sono 716. Professionisti che fanno parte di una realtà fortemente radicata sul territorio, come dimostrano le tante partecipazioni a eventi pubblici e i rapporti continui con realtà quali, ad esempio, Agenzia delle Entrate, Tribunale e Università degli Studi di Bolzano. «Sarebbe importante – ricorda Zago – istituire con l’Agenzia delle Entrate una corsia preferenziale riservata ai nostri iscritti, in particolar modo per la trattazione di pratiche particolarmente complesse e urgenti. Su questo tema stiamo preparando una serie di proposte operative per venire incontro alle esigenze nostre e dell’Agenzia».

Ottima anche la collaborazione con l’Università di Bolzano, con la quale – fra le altre cose – è stato firmato anche un accordo di collaborazione per la laurea magistrale in Accounting e Finanza, con gli aspiranti commercialisti abilitati a svolgere una parte di praticantato in forma di tirocinio professionale durante l’ultimo anno di corso. Continua il dialogo anche con il Tribunale di Bolzano. «Ci siamo proposti per collaborare; in particolare vorremmo stipulare una convenzione per certificare i rendiconti degli amministratori di sostegno, incarico che già viene affidato a professionisti iscritti all’albo in altri tribunali, con benefici per entrambe le parti coinvolte».

Prima dell’assemblea la formazione, su una delle sfide più attuali per i commercialisti: la nuova normativa in tema di antiriclaggio, al centro anche del discorso del presidente Zago. Autovalutazione del rischio, adeguata verifica della clientela, corretta conservazione di dati e informazioni: queste le nuove tre regole tecniche emanate a fine anno dal legislatore. La prima, in particolare, prevede che il titolare o i titolari dello studio debbano fare, entro giugno 2019, un’autovalutazione complessiva dello studio stesso, individuando il rischio residuo che emerge da una comparazione di valori sul rischio inerente e quello di vulnerabilità.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *