Sport Sport Ultime Notizie

VIAGGIO IN PRIMA CLASSE: FACE TO FACE A PORDENONE CON LA CAPOLISTA

29 Marzo 2019

author:

VIAGGIO IN PRIMA CLASSE: FACE TO FACE A PORDENONE CON LA CAPOLISTA

Domenica, al ‘Bottecchia’ (ore 16.30), biancorossi a confronto con la squadra dell’ex Tesser.

Questa domenica, 31 marzo, il campionato di serie C (girone B) scende in campo per la 33esima giornata, quattordicesima del girone di ritorno. Reduce dal pareggio in rimonta contro il Vicenza (2-2), ma anche quinto in classifica a pari punti con la Imolese e capace di conquistare 11 risultati utili (6 vittorie e 5 pareggi) nelle ultime 12 partite disputate, nelle quali ha perso solo il match casalingo contro la Giana Erminio (1-2), il Südtirol – ad un passo dalla matematica qualificazione ai playoff – è di scena allo stadio ‘Bottecchia’ di Pordenone, dove – con calcio d’inizio alle ore 16.30 – capitan Fink e compagni affronteranno la capolista friulana, reduce da due pareggi di fila, imbattuta da 9 partite (4 vittorie e 5 pareggi) e sempre a punti di fronte al pubblico amico da quattro gare con due successi e altrettanti pareggi.
In trasferta il Südtirol è imbattuto da cinque partite (3 vittorie e due pareggi) e ha sin qui conquistato la metà dei punti complessivi (25 su 50) per effetto di uno score di sei vittorie, sette pareggi e tre sole sconfitte, quest’ultime rimediate per mano di VirtusVecomp Verona (3-2), Sambenedettese (1-0) e Teramo (2-0).
In casa il Pordenone ha ottenuto 31 dei 63 punti complessivi. Il ruolino di marcia dei ‘ramarri’ annovera 9 vittorie, 4 pareggi e 3 sconfitte, quest’ultime subite contro Fermana (0-1), Vis Pesaro (1-2) e Triestina (1-2).
Dopo la Fermana (22), la formazione di mister Zanetti ha la seconda miglior difesa del campionato con 25 gol incassati, due in meno del Pordenone.
Dopo la Triestina (49), la squadra di Tesser ha il secondo miglior attacco del girone con 45 gol realizzati in 32 partite.

IN CAMPO.
A Pordenone mister Zanetti non potrà disporre del ‘lungodegente’ Crocchianti e di Della Giovanna, che sta recuperando da un infortunio di natura muscolare. La lista dei convocati verrà pubblicata sui nostri profili social (Instagram e Facebook) nel pomeriggio di domani, sabato 30 marzo.

I NOSTRI AVVERSARI.
Sempre competitivo negli ultimi anni (due semifinali playoff nelle ultime tre stagioni), ma mai ambizioso come nella corrente stagione, il Pordenone è favoritissimo per la promozione in serie B, avendo un vantaggio di 6 punti sulla Triestina a sole 6 giornate dal termine del campionato. Per centrare il salto di categoria il Club friulano ha affidato la conduzione tecnica della panchina ad un allenatore vincente come il 60enne allenatore di Montebelluna, residente però da anni a Udine, Attilio Tesser, che ha conquistato due promozioni dalla C alla B, la prima col Novara (stagione 2009-2010) e la seconda con la Cremonese (stagione 2016-2017). Ma in carriera Tesser ha soprattutto allenato in serie A (Cagliari, Ascoli e Novara) e in serie B (Triestina, Mantova, Novara, Ternana, Avellino e Cremonese). Nel suo palmares anche una promozione dalla B alla A con il Novara (stagione 2010/2011).
Nel ‘mercato’ di gennaio il Pordenone ha puntellato la propria ‘rosa’, già di grande spessore e qualità (individuale e collettiva), con pochi ma mirati innesti, fra i quali spicca quello del centrocampista Zammarini (ex Pisa).
A livello di organico il Pordenone ha mantenuto l’ossatura portante delle scorse due stagioni, rappresentata dai vari Stefani, Bassoli, De Agostini, Burrai, Misuraca, Bombagi, Berrettoni, Ciurria, Magnaghi, ma se vogliamo anche Semenzato, tornato al Pordenone dopo la parentesi a Catania. Nove i nuovi innesti rispetto allo scorso campionato, concluso al 9° posto con eliminazione dai playoff al primo turno. Fra gli acquisti estivi spiccano il portiere Bindi, che nella scorsa stagione ha vinto il campionato di C col Padova, il difensore centrale Barison, ex Bassano, Arezzo, Ascoli e Padova, il terzino destro Florio, nella seconda parte della scorsa stagione in B con l’Ascoli, il 32enne centrocampista Gavazzi, che vanta 7 presenze in serie A con la Sampdoria e 237 presenze in serie B (con 14 gol), il giovane attaccante Leonardo Candellone (scuola Toro con 11 reti all’attivo nelle due scorse stagioni in C con Gubbio e Südtirol) e il centravanti Domenico Germinale, autore di 9 reti nello scorso campionato in forza al Fano.
Come già detto, il Pordenone non vince da due partite, essendo reduce da altrettanti pareggi, il primo in casa contro il Monza e il secondo – domenica scorsa – a Terni contro la Ternana.
Il top-scorer della squadra è Leonardo Candellone, autore di 11 reti (più tre assist-gol) in 32 presenze.

I PRECEDENTI.
Pordenone e FC Südtirol si sono sfidati per la prima volta nella stagione 1998/99, nel girone C del campionato di serie D. In totale le due squadre si sono affrontate 15 volte, otto di queste in campionati professionistici. Il bilancio è quasi in parità: cinque vittorie friulane, quattro successi biancorossi e due pareggi.

LA GARA D’ANDATA.
Lo scorso 1 dicembre, allo stadio Druso, ‘ramarri’ e biancorossi pareggiarono per 1-1 con ‘botta e risposta’ nel finale. Momentaneo vantaggio del Südtirol al 76. con De Cenco, pareggio del Pordenone cinque minuti più tardi con Germinale.

GLI “EX”.
Sono cinque. Quattro li troviamo nel Pordenone, segnatamente mister Attilio Tesser, condottiero del Südtirol nel biennio 2001-2003 con una semifinale e una finale-playoff in C2, Alessandro Bassoli, biancorosso sino all’estate del 2017 e trasferitosi la scorsa stagione in Friuli dopo quattro campionati non consecutivi nel Südtirol (bienni 2012-2014 e 2015-2017), nei quali ha totalizzato 130 presenze, realizzando 7 gol, Patrick Ciurria, che ha giocato in forza al Südtirol nella prima parte della stagione 2016/2017, disputando 19 partite di campionato, e Leonardo Candellone, che ha vestito la maglia biancorossa nel girone di ritorno dello scorso campionato di serie C (15 presenze e 4 gol in regular season, 4 partite, una rete e due assist-gol ai playoff). Nel Südtirol l’“ex” è invece Caio De Cenco, che ha giocato in forza al Pordenone nel girone d’andata del campionato di serie C 2015-2016 (15 presenze e 8 gol) per poi trasferirsi a gennaio al Trapani in serie B.

L’ARBITRO.
Luigi Carella di Bari (Pappalardo-Magri)

SERIE C (girone B) – QUATTORDICESIMA DI RITORNO (domenica 31/03/2019)
FERMANA – ALBINOLEFFE (sabato, ore 20.30)
PORDENONE – FC SÜDTIROL (ore 16.30)
MONZA – GUBBIO (ore 16.30)
RENATE – TERAMO (ore 16.30)
VICENZA – TERNANA (ore 16.30)
IMOLESE – TRIESTINA (ore 16.30)
SAMBENEDETTESE – VIRTUSVECOMP VERONA (ore 16.30)
RIMINI – FANO (ore 16.30)
VIS PESARO – RAVENNA (ore 20.30)
FERALPISALO’ – GIANA ERMINIO (ore 20.30)

LA CLASSIFICA.
Pordenone 63 punti; Triestina° 57; FeralpiSalò 54; Monza 51; FC Südtirol, Imolese 50; Ravenna 48; Fermana* 44; Vicenza 41; Sambenedettese 40; Teramo 37; Vis Pesaro, Ternana 36; Albinoleffe, Gubbio, VirtusVecomp Verona 35; Renate, Giana Erminio 33; Rimini 32; Fano* 29
* una partita in meno
° un punto di penalizzazione

Foto, una azione della gara d’andata (FCS – Pordenone 1-1).  

 

 

 

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com