Sport Sport Ultime Notizie

Bilancio positivo per l’ASV Martello, la finale di IBU Cup è un successo

17 Marzo 2019

author:

Bilancio positivo per l’ASV Martello, la finale di IBU Cup è un successo

C’era “traffico” oggi sulle piste di biathlon della Val Martello…
È toccato agli organizzatori altoatesini testare per la IBU l’inedita ‘mass start 60’ e se fino al momento del via c’era un po’ di apprensione, dopo il secondo giro s’è visto il sorriso sulle facce dei dirigenti IBU e dell’ASV Martello.
Al tiro a terra i pettorali dal 31 in su il primo dei 6 giri, poi nel secondo giro è toccato ai pettorali dall’1 al 30, quindi il gruppone si è allungato e la gara è proseguita con normalità, sempre molto affollata, ma nessun inghippo, segno che il format funziona.
Il bilancio di giornata è più che positivo per la Francia, capace di sovvertire ogni pronostico e con la Marsigliese a salutare il successo di Aristide Begue e di Caroline Colombo, quest’ultima con un po’ di sangue italiano nelle vene grazie alla nonna bergamasca.
È stata una gara molto vivace quella maschile, col francese Aristide Begue unico a chiudere la gara con zero penalità al tiro. E proprio al poligono il tedesco Zobel, in testa fino al terzo giro e con un buon margine, ha pagato caro due errori inopportuni. Ne ha approfittato l’austriaco Lemmerer, passato a condurre al quarto giro, incalzato da vicino dal francese Begue che nel finale ha allungato, presentandosi con 2”6 di vantaggio proprio sull’austriaco. Alle spalle dei due autentici protagonisti si è piazzato il tedesco Dorfer, con i norvegesi Andersen e Dale a coprirgli le spalle. Dale sembrava poter lottare per la vittoria, ma ha pagato ben 5 errori al poligono. Detto di Zobel che ha letteralmente gettato alle ortiche la vittoria, va citato anche il connazionale Fratzscher anche lui poco preciso dal tiro in piedi e finito 7°
Non è stata una gran giornata al maschile per gli azzurri. Miglior piazzamento per il friulano Paolo Cappellari (19°), con Braunhofer rallentato dal raffreddore 22°.
Gara femminile esaltante nel pomeriggio, con continui sovvertimenti al vertice. Al primo giro testa a testa per l’austriaca Zdouc e la nostra Irene Lardschneider, con l’altoatesina il giro successivo davanti a tutte, a far sognare i presenti. Poi colpo di scena, le prime sette sbagliano tutte al poligono e sono costrette al penalty lap, così la tedesca Marion Deigentesch si invola da sola ma il giro dopo, forse presa dalla foga, sbaglia tutti e cinque i tiri e ne approfittano la norvegese Karoline Knotten e la francese Caroline Colombo. Il divario sembra incolmabile, ma nel finale proprio nell’entrata allo stadio della Val Martello la Colombo raggiunge e sorpassa la norvegese e inizia così la sua cavalcata vittoriosa, bissando il successo di ieri nella sprint e completando il tripudio francese sommando la vittoria di Begue. La tedesca Stefanie Scherer (3.a) ha la meglio sulla pattuglia delle russe con Kazakevich, Slivko e Shevnina che si sono viste sfuggir di mano il podio già nel penultimo giro.
Irene Lardschneider borbotta ancora con la carabina, e l’ultimo tiro è fatale con tre errori. Il penalty lap con la neve bagnata rallenta di parecchio la marcia e la gardenese, comunque soddisfatta dell’esperienza, si piazza 14.a. Poco più lontano si affaccia anche Samuela Comola (18.a), mentre Michela Carrara è in giornata no (37.a).
Il podio non celebra solo i grandi protagonisti di giornata, ma anche i leader della “overall” sia individuale che per nazione. In questo caso la Russia fa man bassa di “coppe di cristallo”, Babikov e la Slivko fanno en plein, ma anche come team sia al maschile che al femminile.
Dopo la gran faticaccia di tre giorni di gare il presidente del comitato chiama sul podio tutti i suoi volontari, quasi 200. Per loro un grande applauso corale. Georg Altstätter, presidente del C.O. ma anche sindaco di Martello, finalmente sorride.

Info: www.biathlon-martell.com e www.biathlonworld.com

Mass Start 60 – Men
1 BEGUE Aristide FRA 39:35.8; 2 LEMMERER Harald AUT +2,6; 3 DORFER Matthias GER +19,0; 4 ANDERSEN Aleksander Fjeld NOR +40,1; 5 DALE Johannes NOR +48,4; 6 ZOBEL David GER +56,1; 7 FRATZSCHER Lucas GER +1:03.9; 8 STALDER Sebastian SUI +1:06.5; 9 BABIKOV Anton RUS +1:12.4; 10 RIETHMUELLER Danilo GER +1:18.2

Mass Start 60 – Ladies
1 COLOMBO Caroline FRA 41:42.8; 2 KNOTTEN Karoline Offigstad NOR +7,5; 3 SCHERER Stefanie GER +21,7; 4 KAZAKEVICH Irina RUS +33,2; 5 SLIVKO Victoria RUS +34,4; 6 SHEVNINA Polina RUS +39,6; 7 ZDOUC Dunja AUT +49,8; 8 ERDAL Karoline NOR +1:11.8; 9 SKOTTHEIM Johanna SWE +1:20.9; 10 BIELKINA Nadiia UKR +1:50.2

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *