Cronaca Ultime Notizie

Vetture con targa estera, oltre alla targa va cambiata anche la polizza RC auto

15 Febbraio 2019

author:

Vetture con targa estera, oltre alla targa va cambiata anche la polizza RC auto

Il cd. “decreto sicurezza” prevede severe sanzioni per i possessori di veicoli esteri che, avendo spostato la propria residenza in Italia da oltre 60 giorni, non provvedano ad immatricolare la vettura estera in Italia (la vettura deve quindi avere una targa italiana). Da quando le autorità di PS hanno iniziato a comminare le relative sanzioni, al CTCU stanno aumentando le richieste degli utenti in materia di rc auto: gli interessati infatti si chiedono come fare ad avere una polizza adatta alle proprie esigenze, a buon prezzo e in tempi rapidi.

Chi immatricola una vettura in Italia, deve anche stipulare una polizza rc auto nel nostro Paese. Come noto, le tariffe sono fissate liberamente dalle singole compagnie assicurative, in base a vari parametri. L’ammontare del premio finale dipende in larga misura dalla “classe di appartenenza” del cd. sistema bonus-malus. Questo sistema prevede 18 classi: all’inizio si viene assegnati alla 14esima classe, mentre la classe 1 è la migliore. Se nel periodo assicurato (l’anno) non vengono causati sinistri, si ha diritto all’avanzamento di una classe (bonus); chi invece causa un sinistro, subisce un “malus” di due classi. Il sistema è analogo a quelli in uso in Austria e Germania.

Cosa di deve fare per ottenere una classe di rischio migliore?

Riconoscimento degli anni di assicurazione esteri senza sinistri
La compagnia italiana deve riconoscere i periodi senza sinistri. A tal fine, i consumatori dovranno presentare una dichiarazione rilasciata dalla “vecchia” compagnia, che attesti il periodo assicurato ed i sinistri causati. Questa dichiarazione è equiparata al cd. “attestato di rischio”, ed i periodi vengono quindi tradotti in analoghe classi di bonus.

Riconoscimento della classe migliore in famiglia (legge Bersani)
La cd. norma Bersani prevede che ogni ulteriore vettura in famiglia possa essere assicurata con la classe bonus del primo veicolo. Pertanto chi già detenga, all’interno del proprio stato di famiglia, una vettura assicurata, può usufruire di tale classe per il veicolo da assicurare ex-novo in Italia.

Come trovare una polizza conveniente?
Oltre ad alcuni portali privati, in rete si trova anche il calcolatore dell’Istituto di Vigilanza sulle assicurazioni, IVASS (http://www.tuopreventivatore.it/prevrca/prvportal/index.php). Con l’ausilio del calcolatore, i consumatori possono trovare, in poco tempo ed in modo gratuito, la polizza più conveniente per le proprie esigenze e mezzo posseduto: auto, camion, moto, ….

Chi non disponga di accesso ad internet, oppure necessiti di aiuto nel confronto, può rivolgersi al CTCU. A fronte di un piccolo contributo spese i nostri consulenti vi possono aiutare a trovare la polizza più conveniente, e possono anche rispondere a vostre eventuali domande in relazione al cambio-polizza. Chiedete del “check-up rc-auto”.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *