Cultura & Società Ultime Notizie

L’UPAD presenta a Merano un progetto culturale innovativo

9 Febbraio 2019

Autore:

L’UPAD presenta a Merano un progetto culturale innovativo

PORTA A CASA LA CULTURA!
Arte, filosofia e musica in salotto, per superare la solitudine e rafforzare il buon vicinato.    

È stata una casa privata ad ospitare la presentazione del progetto “Porta a casa la cultura”, proposta innovativa che sarà sperimentata a Merano nei prossimi mesi dalla Fondazione UPAD. E privati saranno i salotti, le cucine e i giardini delle case che si apriranno per ospitare conferenze e incontri culturali. Una novità assoluta in Alto Adige, che intende favorire chi non può muoversi facilmente di casa – come anziani o persone a ridotta mobilità – e insieme rafforzare amicizie e relazioni di vicinato. La persona ospitante infatti ha il compito scegliere un tema e di invitare a casa sua altre persone interessate, almeno sette. L’UPAD metterà a disposizione il docente e tutto il materiale necessario per la conferenza. La cultura così si sposta dalle sale pubbliche normalmente usate, per entrare nelle case dei meranesi.
Hanno aderito all’iniziativa alcuni relatori del corpo docente UPAD, che hanno creato per il momento quattro percorsi tematici: la stanza dell’arte, con l’esperta Silvia Maurelli, la musica da salotto, con il musicologo Stephan Kofler, filosofia del giroscale, con Matteo Antonin e il mondo in cucina, con la mediatrice culturale Cecilia Munoz. La persona ospitante può prenotare uno dei quattro interventi, e scegliere tra una rosa di temi proposti dai relatori. I primi quattro appuntamenti, di tipo sperimentale, saranno gratuiti. A seguire, verrà chiesto un contributo ai partecipanti per coprire una parte dei costi.
“Porta a casa la cultura” è il titolo del progetto, ma anche un invito molto concreto per affrontare la solitudine crescente nelle nostre case. Spegnere la televisione e aprirsi alla relazione con gli altri. Anche questo è promuovere educazione permanente e benessere nella comunità.

Per ulteriori informazioni: 0473 230699 – 328 8217336 – upadmerano@upad.it

Scheda: la Fondazione UPAD a Merano
La Fondazione UPAD opera in Alto Adige da oltre cinquant’anni, e a Merano da oltre trenta. E’ impegnata nella promozione dell’educazione permanente e nel favorire la crescita e la riqualificazione di giovani, adulti e anziani, anche attraverso la presenza capillare di oltre venti sedi sul territorio. I settori di intervento sono ampi e variegati, dalla cultura in tutte le sue espressioni, all’alfabetizzazione informatica, al benessere psico-fisico fino al supporto di famiglie e bambini. La Fondazione UPAD aderisce insieme ad altre agenzie educative – Palladio, Ascolto Giovani, MUA – alla Federazione culturale Gaetano Gambara, dal nome del fondatore.
Nell’insieme l’UPAD e le agenzie collegate hanno collezionato nell’anno appena concluso oltre 27.000 presenze giornaliere, aumentando i dati già buoni delle stagioni precedenti. 155 i corsi totali e 114 le conferenze sui temi più diversi, proposti alla cittadinanza nelle tre sedi di piazza della Rena, via Matteotti e piazza San Vigilio, oltre che in varie altri spazi in collaborazione con le principali istituzioni culturali ed educative come gli istituti scolastici cittadini, Biblioteca civica, Museo Mamming, Museo della donna, Mediateca Multilingue, Società Dante Alighieri, Unuci, Urania e molti altri. Infine per i più piccoli sono stati offerti due servizi di doposcuola, con oltre 60 famiglie coinvolte, nove settimane di colonie estive e 40 laboratori giornalieri sempre per bambini.

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *