Cultura & Società Ultime Notizie

Darwin day, le formiche insegnano

11 Febbraio 2019

Autore:

Darwin day, le formiche insegnano

Quali strategie può apprendere l’uomo dal comportamento delle formiche? Può sembrare strano ma le società di Homo sapiens potrebbero avere molto da imparare dalle colonie di formiche, microcosmi organizzati, efficienti, autonomi, collaborativi. Un superorganismo dove i singoli individui, obbedendo ciascuno a semplici regole, fanno emergere complessi comportamenti collettivi da cui senza dubbio si può trarre spunti, studiando il successo evolutivo di questi insetti per inventare applicazioni pratiche utili alla nostra specie

Questo e molto altro racconterà Donato Grasso al pubblico martedì 12 febbraio alle 18, in occasione del Darwin Day, alla Fondazione Museo Civico di Rovereto, presentando il suo ultimo libro “Il formicaio intelligente”, edito da Zanichelli.

La presentazione è uno dei tre appuntamenti con cui la Fondazione Museo Civico di Rovereto, il CIMeC dell’Università degli Studi di Trento e la Società Museo Civico celebrano il compleanno di Charles Darwin, con il sostegno della Fondazione Caritro.

Donato Grasso è etologo, professore all’Università di Parma ed esperto mirmecologo (studioso di formiche)

Le formiche costruiscono nidi complessi, coltivano, allevano, sanno combattere come un esercito addestrato ma senza capi. Le nostre società di Homo sapiens sono molto diverse da quelle delle formiche. Possiamo. Gli algoritmi che si ispirano alle regole di un formicaio sono utili in molti ambiti, dall’ottimizzazione di Internet alla gestione del traffico stradale. Le formiche sanno bene come trovare la via più breve ed evitare ingorghi. Le zattere che formano intrecciando i loro corpi quando il nido viene alluvionato potrebbero ispirare la progettazione di nuovi materiali e di robot autoassemblanti. Alcune specie di formiche potrebbero essere usate nella lotta biologica agli insetti nocivi. Nuove molecole che sono state isolate dal veleno delle formiche potrebbero risultare efficaci contro i ceppi di batteri patogeni super resistenti. Ci sono migliaia di modi diversi di essere formica: frammenti di natura che nascondono tesori preziosi di inimmaginabile bellezza.

Questo è il primo degli appuntamenti proposti dalla Fondazione Museo Civico in occasione del Darwin Day, che ricorda la figura del celebre scienziato britannico nel giorno dell’anniversario della sua nascita, il 12 febbraio 1809.

Venerdì 15 febbraio ore 18 presso il Loco’s Bar (via Valbusa Grande, 7 Rovereto)
Evoluzione a tutta birra
Il racconto di 9000 anni di arte birraia in compagnia di due biologi evoluzionisti: Omar Rota-Stabelli della Fondazione Edmund Mach e Lino Ometto dell’Università di Pavia. Ingresso libero.
Domenica 17 febbraio, ore 14.30-18 presso la sede di Palazzo Parolari (b.go S. Caterina, 41 Rovereto)
Le forme della natura. Ali, pinne, uova, semi… a cosa servono?
Si scopre insieme al Museo Civico in un pomeriggio di attività, per conoscere le sorprendenti forme degli esseri viventi e le loro funzioni. Per l’occasione saranno esposti curiosi reperti zoologici risalenti alla metà dell’Ottocento e conservati nei depositi del museo. Le attività sono comprese nel costo del biglietto d’ingresso al Museo.

Foto, Donato Grasso.  

 

 

 

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *