Cronaca Politica Ultime Notizie

Bolzano. Democrazia diretta, la Svp pronta a sovvertire la legge.

27 Febbraio 2019

author:

Bolzano. Democrazia diretta, la Svp pronta a sovvertire la legge.

Insorgono Verdi e 5 Stelle
“Attribuire a solo trecento cittadini la possibilità di sospendere l’entrata in vigore di ogni legge non appare assolutamente in linea con i principi della democrazia partecipativa” afferma Gert Lanz, capogruppo della Svp in Consiglio provinciale. Le opposizioni Verde e Pentastellata si oppongono al disegno di legge presentato da Gert Lanz che modifica diverse parti della legge 22/2018 approvata alla fine della scorsa legislatura dopo un lungo contrastato dibattito. L’articolo 12, che disciplina il referendum confermativo, verrebbe completamente abrogato. L’articolo in questione prevede che trecento cittadini possano chiedere un referendum confermativo per tutte le leggi provinciali eccetto quelle riguardanti le finanze, i diritti dei Gruppi e le indennità. In attesa del referendum, la validità della legge viene sospesa per 6 mesi. “Essendo applicabile a tutte le leggi approvate, il referendum affermativo appesantisce in maniera eccessiva il procedimento legislativo e rischia di fermare l’attività del Consiglio provinciale”, scrive Lanz nella relazione accompagnatoria.
I consiglieri provinciali verdi Brigitte Foppa, Riccardo Dello Sbarba e Hans Peter Staffler accusano il presidente Kompatscher di non aver contrastato l’articolo 12 pur non essendone d’accordo. Le elezioni erano imminenti e tirarsi indietro avrebbe potuto avere conseguenze negative. “Ora che le elezioni sono alle spalle, non si esita per togliere la partecipazione popolare – accusano i Verdi – dall’agenda politica”.
Arrabbiato anche Diego Nicolini, del Movimento 5 Stelle. La proposta di modifica, dopo pochissimi mesi, della legge provinciale sulla democrazia diretta è l’ennesimo esempio di come la politica delle poltrone sia lontana dalla volontà dei cittadini” sbotta Nicolini, facendo notare come “il controllo diffuso dell’operato della politica garantisca una legislazione di qualità, una riduzione degli interessi di parte e un sano lavoro per il bene comune”. Il Movimento 5 Stelle, conclude Nicolini, “si batterà a tutti i livelli per bloccare queste modifiche. Lanciamo un appello per creare un fronte comune in difesa dei cittadini”.

BolzanoPalazzo del consiglio provinciale

 

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com