Cronaca Ultime Notizie

Le imprese edili finanziano la formazione dei giovani talenti

11 Gennaio 2019

Autore:

Le imprese edili finanziano la formazione dei giovani talenti

Dal 2015 ad oggi il numero degli addetti in edilizia è cresciuto da 14 a 17mila. In tutto l’Alto Adige le imprese edili offrono posti di lavoro interessanti, sicuri e ben retribuiti. Ciò nonostante è sempre più difficile trovare nuovi collaboratori qualificati. Per contrastare questo fenomeno ed entusiasmare i giovani alle professioni in edilizia, il Collegio dei Costruttori avvia l’iniziativa “Master of Machine“.

Il Presidente Michael Auer ha presentato il progetto oggi a Bolzano: “Questa nuova iniziativa è mirata a tre specifiche figure professionali: operatore di macchine edili, camionista e gruista in edilizia. Con questa azione creiamo un’offerta formativa aggiuntiva, senza entrare in concorrenza con l’apprendistato tradizionale, che non copre completamente queste tre figure”, così Auer. Per la prima volta per questi tre profili professionali particolarmente richiesti è previsto uno specifico programma di formazione che un gruppo di lavoro all’interno del Collegio dei Costruttori Edili ha elaborato lo scorso anno. Attraverso questa formazione triennale vengono formati i giovani talenti, pronti a diventare risorse preziose per le imprese.

“Master of Machine“ è rivolto principalmente a giovani tra i 18 e i 30 anni, interessati a lavorare nel settore edile e manovrare quotidianamente le macchine edili, che finora non hanno osato compiere questo passo anche per motivi economici. “La digitalizzazione sta portando grandi trasformazioni in tutto il settore. Sono nate numerose professioni entusiasmanti che offrono grandi prospettive di carriera. E dobbiamo farlo sapere ancora di più anche all’esterno”, è convinto il Presidente del Collegio Costruttori.

La formazione per operatore di macchine edili, camionista e gruista in edilizia è relativamente costosa. Come classici esempi si possono citare i costi per la patente C e per la patente professionale CQC, necessarie per i camionisti, che si aggirano sui 4.000 euro. Le imprese che partecipano all’iniziativa si assumono tutti i costi della formazione e lo stipendio netto per i collaboratori rimane così invariato. “Per le imprese il principale vantaggio è quello di acquisire nuovi giovani talenti. Con il contratto di apprendistato sono previsti inoltre oneri sociali più bassi: tale risparmio viene completamente investito nella formazione dei collaboratori”, spiega Auer.

Nelle prossime settimane il Collegio dei Costruttori Edili pubblicizzerà l’iniziativa in vari modi, tra l’altro anche con manifestazioni informative aperte a tutti gli interessati. Ulteriori informazioni sono disponibili su www.master-of-machine.it.
Foto, da sin. a dx: il Segretario Thomas Hasler e il Presidente del Collegio Costruttori, Michael Auer, alla presentazione di “Master of Machine”.  

 

 

 

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *