Cronaca Ultime Notizie

Centro di riciclaggio di Bressanone, 100.000 accessi in un anno

21 Gennaio 2019

author:

Centro di riciclaggio di Bressanone, 100.000 accessi in un anno

Da quando l’accesso al Centro di riciclaggio di Bressanone è possibile esclusivamente utilizzando una carta transponder personalizzata, ASM Bressanone SpA dispone dei relativi dati dettagliati. Il centro di riciclaggio di Bressanone, infrastruttura di fondamentale importanza nella gestione dei rifiuti urbani, non è disponibile solo per i cittadini del comune di Bressanone e, grazie ad una apposita convenzione, quelli del comune di Varna. “Di recente ASM Bressanone SpA ha stipulato una convenzione anche con il Comune di Naz-Sciaves”, dice l’amministratore delegato Karl Michaeler. “Dal 1° febbraio i cittadini di Naz-Sciaves possono consegnare i loro rifiuti riciclabili presso il Centro di riciclaggio di Bressanone. La tessera transponder necessaria per accedere è disponibile presso l’ufficio tributi nel municipio di Naz-Sciaves.“

Nel Centro di riciclaggio di Bressanone vengono accettati venti diversi materiali riciclabili, oltre a una serie di rifiuti pericolosi come medicinali o vernici. “A coloro che fanno un’accurata raccolta differenziata non dovrebbero rimanere tanti rifiuti residui da smaltire. Resterà poco più della quantità minima“, è convinto Michele Bellucco, il Dirigente dei Servizi ambientali. E sono molti i cittadini che approfittano dell’ampia gamma di raccolta differenziata che offre il Centro di riciclaggio di Bressanone: “Nel 2018 abbiamo contato 100.000 accessi, di cui 89.000 automezzi e 8.500 tramite il tornello per i pedoni. L’87% delle persone che accedono al centro di riciclaggio vengono da Bressanone, il 13% da Varna, dati che rispecchiano la percentuale di utenze che hanno diritto d’accesso”, dice Michele Bellucco.

In media ASM Bressanone SpA registra l’ingresso di circa 300 automezzi al giorno. Si notano anche giornate con grande affluenza: “Il 27 e 28 dicembre 2018 ci sono stati circa 500 accessi giornalieri. In generale però, il sabato è il giorno con il maggiore afflusso orario. “Molti cittadini vengono al Centro di riciclaggio di sabato ed è questa la causa delle code che regolarmente si verificano di sabato in tarda mattinata. Tenendo conto degli orari molto ampi di apertura del Centro di riciclaggio, il traffico potrebbe essere ridotto se qualcuno avesse la possibilità di sfruttare meglio i restanti giorni della settimana. Se si dovessero smaltire piccole quantità, è poi possibile parcheggiare fuori dal centro di riciclaggio o venire in bici/moto ed entrare con la tessera dal passaggio pedonale”, consiglia Michele Bellucco.

“Per snellire l’afflusso agli ingressi, stiamo valutando di ampliare gli orari di apertura prevedendo, ad esempio, un orario continuato, ovvero senza chiusura a mezzogiorno e senza costi aggiuntivi per i cittadini per la gestione dei rifiuti“, dice l’amministratore delegato Karl Michaeler. “Stiamo inoltre valutando la possibilità di realizzare un ulteriore nuovo centro di riciclaggio a nord della città, utilizzabile anche da più Comuni.“

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *